Approfondimenti

1 settembre 2017

115 anni di Fantascienza: i 5 film indimenticabili

di Anna Martellato
Continua a leggere

Ambientazioni surreali, mostri, eroi pronti a salvare mondi e universi in situazioni catastrofiche al limite dell’immaginazione.
Raggi laser, stupore e meraviglia, magia e mitologia.
La capacità di sorprendere e coinvolgere lo spettatore come mai prima.

È il Cinema fantastico, baby.
Nato proprio oggi, 115 anni fa, il 1 settembre 1902.

Era appena nato il cinema, la settima arte e questo genere è stato inaugurato con il film Viaggio nella Luna (1902). Viene da pensare che i primi passi del cinema siano dunque legati a questo genere, che si discosta dagli altri soprattutto per la grande capacità di sviluppare l’impossibile davanti ai nostri occhi.

Il genere fantascientifico, anche se non sembra, risulta difficile da affrontare, seppur trattato da cineasti di talento. Il perché è presto detto: i registi di fantascienza incappano più facilmente in grossi errori e il film da promettente diventa scadente e da evitare. Nello sventurato caso, il nostro Rizzini è sempre in circolazione con le sue cattivissime recensioni nella rubrica La versione di Marco.

Con il genere fantastico e fantascientifico per primo, si sono spalancate le porte della fantasia e dell’incredibile, vedendo cose “che voi umani non potreste immaginarvi”.

In omaggio a questo primo film e ai molti altri a seguito, ecco i cinque film fantascientifici davvero indimenticabili.

  1. Viaggio nella Luna (1902)
    Ovviamente non potevamo non citarlo per primo.
    Fu realizzato da Georges Méliès, regista, illusionista, attore francese considerato il secondo padre del cinema grazie alle tecniche innovative da lui introdotte. Il film è una commedia, una parodia basata su due romanzi: Dalla Terra alla Luna di Jules Verne e I primi uomini sulla Luna di Herbert George Welles. La navicella spaziale che si schianta sull’occhio della luna, con volto di uomo, è entrata nel nostro immaginario e ha fatto la storia del cinema.
  2. 2001: Odissea nello spazio (1968)
    Saltiamo al 1968 per questo film diventato una pietra miliare nella storia del cinema. Firmato Stanley Kubrick, questa pellicola è uno dei grandi capolavori della settima arte che mette a confronto uomo e macchina, evoluzione ed eternità, l’Uomo, l’Universo. La trama è questa: nel 2001, un misterioso oggetto di origine intelligente viene scoperto sulla Luna. A seguito di questo rinvenimento, una squadra di astronauti va in missione verso Giove. A supervisionare le operazioni è un computer di ultima generazione, l’infallibile HAL 9000.
  3. Blade Runner (1982)
    Quando si parla di fantascienza non è possibile non citare questa chicca che ancora oggi ipnotizza gli spettatori, tanto da farne un sequel Blade Runner 2049 (2017)on Harrison Ford e Ryan Gosling.
    In questo primo ed epico film, siamo nel 2019. Deckard, un poliziotto specializzato nella caccia di androidi, viene incaricato di trovare e uccidere cinque replicanti che sono fuggiti da una colonia spaziale e si sono rifugiati sulla Terra.
    Il monologo pronunciato dall’androide Roy Batty prima di morire è un cult ed è ormai diventato un modo di dire:
    “Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi:
    navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione,
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo,
    come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire.”
  4. Ritorno al Futuro (1985)
    Simbolo degli anni ’80, la trilogia di Ritorno al futuro ha fatto storia. Sarà per la Delorean volante, per l’incontenibile Doc Brown o per il poco disciplinato e spesso ritardatario Marty McFly, ma non riusciamo a dimenticare questo film.
    Marty McFly vive con i genitori e i fratelli a Hill Valley ed è amico del dottor Brown, il quale è riuscito a trasformare una DeLorean in uno straordinario “veicolo del tempo“. La sera dell’esperimento però qualcosa non va: dei terroristi libici tallonano lo scienziato e gli sparano. Doc infatti aveva sottratto loro del plutonio, con cui la macchina è alimentata. Marty, per salvarsi dagli aggressori, sale in macchina e parte a razzo fino ad abbattere le barriere del tempo. Così si ritroverà, tutto solo e completamente impreparato, nella sua stessa cittadina trent’anni prima, nel 1955.
  5. Interstellar (2014)
    Quando subiamo l’afa torrida, la siccità e vediamo il mondo a rotoli a causa di CO2 e cambiamenti climatici, ci chiediamo se (anzi, quando) si avvererà davvero questo scenario apocalittico. In uno scenario di questo tipo si ambienta uno dei più spettacolari e realistici film ambientati nel futuro: Interstellar.
    La regia è di Christopher Nolan nel cast troviamo: Matthew McConaughey, Anne Hathaway, Jessica Chastain, Casey Affleck, Michael Cain e Matt Damon.
    Interstellar è ambientato in un futuro imprecisato (ma viene da pensare molto vicino) in cui un drastico cambiamento climatico ha colpito duramente l’agricoltura. Un gruppo di scienziati, sfruttano un “whormhole”, un buco nero, per superare le limitazioni fisiche del viaggio spaziale e coprire le immense distanze di un viaggio interstellare. L’obiettivo è quello di esplorare nuove dimensioni e cercare una nuova casa, un nuovo pianeta da abitare. Il granturco è l’unica coltivazione ancora in grado di crescere e loro sono intenzionati a trovare nuovi luoghi adatti a coltivarlo per il bene dell’umanità.