Approfondimenti

31 dicembre 2018

2019: E se il cinema potesse prevedere il futuro?

di Sara La Cagnina
Continua a leggere

“Ti facciamo una semplice domanda. Chi sei? Chi potresti essere? Dove stai andando? Cosa c’è nel mondo? Quali possibilità ci sono?”
Lei (2013)

Per alcuni il 2018 è passato in un attimo, per altri sembra essere durato cent’anni. Noi di App al Cinema ci auguriamo che sia stato comunque pieno di emozioni.

Ed ora, giunti alla fine di questi dodici mesi, cosa ci aspetta per il 2019?

La mancanza di una sfera di cristallo ci rende difficile prevedere per certo cosa succederà; forse sarà un nuovo anno di cambiamento e rivoluzione, forse in tutto il mondo o forse solo nella privacy della nostra casa. Cosa il mondo ha in serbo per noi, lo sa solo lui.

Nonostante questo, l’arte dei cinema ha sempre cercato di prevedere il futuro, cercando di catturare gli scorci di una storia non ancora scritta.
Vediamo un po’ cosa ci dice?

Lei (2013)
In un film misto tra fantascienza, commedia e romanticismo, Theodore, uomo solitario e malinconico, acquista un sistema informativo di nuova generazione, pronto a soddisfare ogni sua esigenza. E se i sentimenti di Theodore per il gentile sistema operativo si trasformassero in qualcosa di più?
Fino a qualche anno fa, la trama del film rientrerebbe a pieno nel fantascientifico, probabilmente anche abbastanza dispotico. Ora, tra assistenti vocali dai nomi di Siri o Alexa, una possibile intreccio non sembra poi così impossibile. Si può parlare di amore nel rapporto tra uomo e virtuale? Questo lo lasciamo decidere a voi.

Avatar (2009)
In un lontano futuro dove l’emergenza energetica sta ormai consumando la terra, c’è un unico minerale ancora in grado di salvarla. Il compito di recuperarlo è affidato nelle mani di un gruppo di marines, spenditi in missione ad anni luce di distanza, su un pianeta denominato Pandora. Un pianeta non disabitato, ma bensì casa di una affascinante popolazione indigena chiamata Na’vi. Quando il giovane soldato Jake, dopo aver assunto il controllo di un avatar, un ibrido geneticamente modificato per assomigliare alla tribù indigena, incontra la bella nativa Neytiri, si chiede se l’estinzione della specie sia davvero l’unica opzione. Fino a quanto saremo disposti a spingerci pur di salvare il pianeta che abbiamo distrutto con le nostre stesse mani?

Wall-e (2008)
Fino ad ora vi abbiamo sempre mostrato il futuro attraverso la lente dell’occhio umano, ma se invece fossero i robot a prende il mano la narrazione? La Pixar Animation Studio ci ha già pensato con la creazione di Wall-e, film d’animazione che racconta le avventure di un piccolo robot abbandonato sulla terra in un futuro lontano, tra nuove amicizie, avventure intergalattiche e tante emozioni. Insomma, anche i robot si meritano un “felici e contenti” qualche volta.

Blade Runner (1982)
Film del 1982, ambientato nel… esatto, 2019. I mesi che ci aspettano sono visti nel film come un futuro tecnologico e corrotto, in cui il detective Rick Deckhard, interpretato da uno straordinario Harrison Ford, viene incaricato di cacciare ed eliminare alcuni andriodi fuori controllo. Il film ha avuto un importante impatto sul genere sci-fi e sulla rappresentazione futurustica e post apocalittica nel cinema, eppure il nostro 2019 non sembra proprio lo stesso. Non ci resta che aspettare il 2049, predetto nella sequel della serie, Blade Runner 2049, uscito lo scorso anno.

Giunti alla fine, forse vi aspettavate qualcosa di diverso per la classifica dei film con cui accogliere il 2019. Magari pellicole ricche di gioia e speranza, che mostrino un futuro ricco di spensieratezza e prosperità. E invece vi abbiamo dato una lista di film sulla fine del mondo, il pericolo della tecnologia, la distruzione delle relazioni umane.
Eppure, nonostante questo, nessuna pellicola finisce su una nota triste. Dopo ogni crisi, ogni disastro, ogni fallimento, individuale o della società collettiva, c’è sempre un nuovo inizio, un tornare in piedi e ricominciare, magari questa volta nel mondo giusto.

Questo vuole essere l’augurio di App al Cinema per il vostro 2019, una buona fine e buon (r)inizio.