Approfondimenti

16 marzo 2017

I 4 personaggi del mese, tra i più attesi al cinema

di Anna Martellato
Continua a leggere

Quattro personaggi in cerca d’autore. Quattro attori o attrici, registi, quattro autori che per noi, questo mese, fanno la differenza. Abbiamo cercato, cacciato e scovato come dei bravi segugi tra i rumors quattro protagonisti che vedremo presto al cinema (a proposito vi diamo qualche anticipazione). Loro sono quelli che più ci hanno convinto: Kaya Scodelario, Christopher Nolan, Charlie Hunnam e Matthew McConaughey.

Kaya Scodelario, piratessa fashion (icon)
La giovane attrice, volto noto di Maze Runner (due capitoli: Il labirinto e La fuga), già modella e fashion icon, è la nuova eroina di Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar, in uscita il 24 maggio, film prodotto e distribuito da Walt Disney Pictures. Un nuovo personaggio, il suo: la brillante e affascinante astronoma Carina Smyth, con cui capitan Sparrow dovrà stringere un’alleanza per trovare il Tridente di Poseidone, unica ancora di salvezza per lui per scampare alla rabbia dei letali marinai fantasma guidati dal terrificante Capitano Salazar, decisi a uccidere ogni pirata del mare, soprattutto Jack. Ad aiutarlo nell’impresa anche Henry, un giovane e risoluto marinaio della Royal Navy. Torna quindi l’anti eroe Jack Sparrow con al suo fianco vecchi e nuovi volti. Ma la nuova coppia Kaya Scodelario-Brenton Thwaites potrà dare una ventata di freschezza un po’ naif alla ciurma di Sparrow, che la navigata coppia Orlando Bloom/Will Turner e Keira Knightley/Elizabeth Swann non poteva più conferire. Gli aficionados della Knightley potranno però dormire sonni tranquilli: il quotidiano britannico Mirror ha infatti svelato che la storica protagonista femminile decomporrà in un cammeo ai titoli di coda del film, lasciando presagire che forse avrà un ruolo più importante nel prossimo episodio della milionaria saga Disney.

Christopher Nolan, grande attesa per il suo Dunkirk
Centinaia di migliaia di soldati intrappolati sulla spiaggia, con alle spalle il mare. Truppe inglesi e alleate circondate dalle forze nemiche. E una situazione impossibile da affrontare, dove sopravvivere è già una vittoria. È storia, baby. È Dunkerque. Ma soprattutto è il nuovo film, Dunkirk, di Christopher Nolan in uscita in estate (agosto) distribuito da Warner Bros. Un film storico sull’onore, sul coraggio, sul sacrificio e l’importanza del non sottrarsi al proprio compito, anche a costo della vita. Così il regista pluricandidato all’Oscar (per Memento alla migliore sceneggiatura originale e per Inception al miglior film e alla migliore sceneggiatura originale), affronta uno dei capitoli della nostra storia più avvincenti e insieme cupi: nella battaglia di Dunkerque, che si svolse tra il 26 maggio ed il 3 giugno 1940, le truppe alleate superstiti (oltre 400mila soldati) vennero miracolosamente evacuate via mare attraverso il porto di Dunkerque, perdendo tutto l’equipaggiamento e i materiali ma sfuggendo alla prigionia. Una ritirata che, se anche vide la vittoria tedesca, passerà alla storia come una ritirata strategica e verrà salutata in Gran Bretagna come una miracolosa vittoria morale. Come lo racconterà Christopher? Non ci resta che segnare la data sul calendario, anche se manca un po’…

Charlie Hunnam, il Re venuto dal nulla (o quasi)
Chi si ricorda Re Artù, prima che diventasse re? Lasciate stare il mingherlino Semola (La Spada nella Roccia, classico Disney): qui il nostro futuro Re è nientemeno che Charlie Hunnam. Il film è King Arthur – Il potere della spada, in uscita a maggio con la regia di Guy Ritchie. Questa la sinossi: quando il padre del piccolo Arthur viene assassinato, suo zio Vortigern si impadronisce del trono (ah, tra parentesi, nel cast c’è pure Jude Law, nelle vesti del cattivo). Derubato dei diritti che gli spetterebbero per nascita e senza sapere chi è realmente, Arthur riesce a sopravvivere nei vicoli oscuri della città e solo quando estrae la mitica spada dalla roccia la sua vita cambia radicalmente ed è costretto ad accettare la sua vera eredità… che gli piaccia o no. “Il Re venuto dal nulla”, campeggia sul poster del film, ma per l’attore il nulla non c’è davvero, dato che è divenuto noto soprattutto per i film Pacific Rim di Guillermo del Toro (2013) e Crimson Peak (2015): ne siamo più che sicuri, Charlie non ci deluderà.

Matthew McConaughey alla corte di King
Dalla straordinaria penna di Stephen King, il 10 agosto vedremo al cinema La Torre Nera, nuovo film con protagonista Matthew MacConaughey per la regia di Nikolaj Arcel (il suo film più famoso è Royal Affair, con cui ha vinto l’Orso d’Argento per la migliore sceneggiatura al festival di Berlino nel 2012 e ha ottenuto le nomination ai premi Oscar 2013 nella categoria miglior film straniero e ai Golden Globe 2013). Questa la trama: Roland Deschain, ultimo membro vivente dell’ordine dei cavalieri, vaga in cerca della Torre Nera, una costruzione leggendaria che tiene in equilibrio l’universo, nella speranza che, raggiungendola, riesca a salvare il mondo ormai in rovina. Per tutti gli amanti di Stephen King (e del buon Matthew).