Approfondimenti

25 gennaio 2018

I 4 protagonisti del mese di gennaio

di Anna Martellato
Continua a leggere

Quattro personaggi in cerca d’autore. Quattro attori o attrici, registi, quattro autori che per noi, questo mese, fanno la differenza. Abbiamo cercato, cacciato e scovato come dei bravi segugi tra i rumors quattro protagonisti che vedremo presto al cinema… Loro sono quelli che più ci hanno convinto questo mese: Luca Guadagnino, Meryl Streep, Minnie (sì, quella di Topolino), Josh Hartnett.

Luca Guadagnino

Ben quattro nomination per il film di Guadagnino: direi che si merita un posto d’onore nei personaggi top del mese di febbraio. Il suo Chiamami con il tuo nome si contenderà la statuetta per miglior film, miglior canzone originale (Sufjan Stevens – Mistery of love), migliore sceneggiatura non originale (adattata da James Ivory) e Timothée Chalamet migliore attore. Il film uscirà in sala in Italia da Warner il 25 gennaio. Girato nella campagna lombarda, il film, tratto dell’omonimo romanzo di André Aciman, racconta un’estate italiana in cui il giovane Elio, interpretato da Timothée Chamalet, vivrà le sue prime esperienze sentimentali dopo l’incontro con uno studente americano, Oliver (Armie Hammer). E dà l’idea di essere sublime… (stasera tutti al cinema!)

Meryl Streep

Non nuova all’Oscar la nostra Meryl ha ricevuto la sua 21esima nomination per The Post, dove interpreta la coraggiosa Katharine Graham, prima donna alla guida del Washington Post nel 1971, in una società e in anni dove il potere è di norma maschile. Nel film c’è anche Tom Hanks, che interpreta Ben Bradlee, il duro e testardo direttore del suo giornale. Nonostante Kaye e Ben siano molto diversi, l’indagine che intraprendono e il loro coraggio provocheranno la prima grande scossa nella storia dell’informazione con una fuga di notizie senza precedenti, svelando al mondo intero la massiccia copertura di segreti governativi riguardanti la Guerra in Vietnam durata per decenni. La straordinaria bravura della Streep, insieme ai temi forti del film (lotta contro le istituzioni, ricerca della verità, libertà di informazione, il coraggio di una donna sola contro tutti) cadono nel pieno dei fatti reali che sono già storia: il millenario abuso di potere maschile è stato travolto e sconvolto dallo tsunami di #metoo. Siamo certi che la nostra Maryl avrà tutta l’attenzione che merita.

 

Minnie

Minnie ha la sua stella sulla Walk of Fame di Hollywood. Mica male, come regalo di compleanno. Anche perché la nostra eroina ha compiuto ben 90 anni (splendidamente portati): è il regalo che ha ricevuto il mitico fumetto del cartoni Disney il 23 gennaio scorso dalla Hollywood Chamber of Commerce e la stella è stata inserita nella categoria Motion Pictures, vicino a El Capitan Theatre. Alla cerimonia hanno partecipato Robert A. Iger, presidente e CEO Disney, nonché fan di Minnie da sempre, e Katy Perry, giudice della trasmissione di Abc American Idol. “Minnie Mouse è stata una star e un’icona della moda”, ha detto Iger. Protagonista di oltre 70 film, nella sua lunga carriera Minnie ha conquistato milioni di fan in tutto il mondo.

Josh Hartnett

L’esperienza estrema vissuta dall’ex giocatore di hockey su ghiaccio Eric LeMarque, diventata bestseller di Sperling&Kupfer, scritto dal campione olimpionico stesso insieme a David Sea, è un film: L’ultima discesa con Josh Hartnett, Mira Sorvino e Sarah Dumont. Il film arriverà l’8 febbraio al cinema, dove il protagonista è uno snowboarder alla ricerca di adrenalina, che si perde nel mezzo di una grande tempesta invernale tra le montagne della Sierra Nevada. La storia ricalca quella del libro, dove il protagonista si ritroverà a dover testare i suoi limiti di resistenza. Da solo nella neve, circondato da una natura tanto candida quanto crudele, Eric affronta il freddo glaciale, diventa la preda di un branco di lupi, cade in un fiume gelato e, stremato dalla fame, sopravvive per otto interminabili giorni, fino al suo salvataggio. Una storia vera dal ritmo incalzante e ricca di colpi di scena.