Approfondimenti

3 novembre 2017

60 anni da Laika e lo Sputnik: il cinema della guerra fredda

di Silvia Pegurri
Continua a leggere

Tutti ricordando Neil Armstrong, il primo uomo sulla Luna, oppure Jurij Gagarin, il sovietico che battendo tutti i record si è guadagnato il titolo di primo uomo nello spazio. Ma un altro essere vivente li ha preceduti nella loro corsa verso le stelle: Laika, la piccola cagnolina russa che il 3 novembre 1957 fu imbarcata sulla capsula spaziale Sputnik 2.
Sfortunatamente Laika ebbe vita breve, forse a causa dei forti sbalzi termici, forse a causa di un malfunzionamento dell’impianto di areazione. Nonostante questo la missione sconvolse l’opinione pubblica, aumentando la tensione sempre crescente tra USA e URSS.

L’Unione Sovietica voleva dimostrare di essere superiore agli Stati Uniti e con questo lancio ci era riuscita. Ma la “guerra” tra i due paesi non si combatté solamente nello spazio: spie, intrighi e missioni segrete erano all’ordine del giorno, come dimostrano le centinaia di pellicole dedicate a questo periodo storico.

Ecco di seguito cinque film sulla guerra fredda.

Alba rossa – 1984
La guerra fredda è finita, ma non nel modo in cui pensiamo noi. Per i protagonisti del film di John Milius la vera guerra è appena iniziata. Non più spie e intrighi, ma veri e propri campi di battaglia. La pellicola è infatti ambientata in un mondo parallelo, in cui è in atto un’invasione degli Stati Uniti da parte delle forze sovietiche, cubane e nicaraguensi. Ma un gruppo di ragazzi non ha intenzione di arrendersi e decidono di combattere, diventando dei veri e propri partigiani.

Top Gun – 1986
Top Gun, film del 1986 di Tony Scott, è ricordato per aver lanciato nel mondo delle stelle un giovane Tom Cruise. Pete “Maverick” Mitchell (Tom Cruise) e Nick “Goose” Bradshaw (Anthony Edwards) sono due piloti di F-14 nella Marina degli Stati Uniti, i migliori di tutta la squadra. Mandati alla scuola di caccia da combattimento a Miramar, in California, sono determinati a diventare il meglio del meglio. Questo film, patriottico fino al midollo, sembra volere ricordare agli americani che nonostante la guerra fredda sia ormai finita non bisogna dimenticarsi di essere Americani con la A maiuscola e che bisogna essere sempre i migliori tra i migliori, preparati a qualsiasi tipo di minaccia, russa o meno.

007 Zona Pericolo – 1987
Non c’è spia più iconica di 007, il misterioso e affascinante agente inglese, che nel 15esimo film della celebre saga non smette di sorprenderci. Questo film del 1987, diretto da John Glen vede per la prima volta il gallese Timothy Dalton nei panni dell’agente segreto.
Siamo nel pieno della guerra fredda e Bond, James Bond, viene mandato in missione a Bratislava per cercare di impedire a un trafficante d’armi di avviare la Terza Guerra Mondiale. Tra lotte spericolate e sequenze mozzafiato seguiamo la nostra spia preferita nella sua missione, un ritratto esagerato e fantasioso della situazione storica dell’epoca, ma sicuramente avvincente.

Le vite degli altri – 2006
Anche questo film del 2006 si concentra su Berlino est, diretto da Florian Henckel von Donnersmarck si concentra sul capitano della Stasi Gerd Wiesler (Ulrich Mühe), in codice agente HGE XX/7, incaricato di spiare lo scrittore e intellettuale Georg Dreyman (Sebastian Koch). Pian piano tra i due nasce una connessione, anche se inconsapevole, che porterà Wiesler a dubitare di tutto ciò in cui crede.

Atomica Bionda – 2017
Gli anni passano, ma il fascino verso il periodo della guerra fredda sembra non volerci abbandonare. Le due Berlino fanno da cornice a questa pellicola di David Leitch, che vede come protagonista la bellissima e letale Lorrain Broughton (Charlize Theron), spia inglese mandata proprio a Berlino per recuperare una lista degli agenti russi infiltrati nel blocco occidentale. Le atmosfere cupe degli esterni si contrappongono alla vita notturna, in cui le luci a neon risplendono sugli intrighi tra Est e Ovest.