Approfondimenti

22 giugno 2019

Arrivederci Professore: un film autentico

di Matteo Faggionato
Continua a leggere

Hemingway diceva: “scrivi sempre del vero”, e questo film è vero come solo la vita può essere.

Non si lascia andare alla retorica o al politicamente corretto, anzi, direi tutto l’opposto, perché nella vita le cose non finiscono né bene, né male, accadono e l’unica cosa che possiamo fare è “andarci dietro”.

La storia del film narra del professor Richard (Johnny Deep) che cambia la sua vita e tra situazioni personali complicate cerca di insegnare a vivere ai suoi studenti.

Secondo lui, in ogni istante noi creiamo le storie della nostra vita. Il problema è che in tutto questo noi ci creiamo un sacco di paranoie. Provate a immaginare quante volte ragioniamo troppo sulle cose e poi rimaniamo inerti a non fare nulla e le occasioni scivolano via. Chi di noi può dire di aver veramente vissuto?

Il senso di questo film è agire! Cogliete l’attimo perché non si sa mai che cosa potrà accadere il giorno dopo, le cose possono cambiare drasticamente senza che ce ne accorgiamo.

E quindi che fare?

O ci lasciamo andare o reagiamo, che è quello che cerca di fare il nostro protagonista, ovviamente tutto alla sua maniera, tra lo sprezzante e il maledettamente ironico, come solo Johnny Deep sa fare.

È un film che parla di me, di te, di ognuno di noi, delle nostre paure, delle nostre insicurezze, a volte dai tratti crudi, duri, ma che non cade mai nell’ovvio.

Il professor Richard ci insegna che non bisogna accontentarsi della mediocrità, ognuno di noi ha una sola chance nella vita per poter davvero fare qualcosa. Per questo motivo dobbiamo cercare di vivere appieno ogni giorno, ora, minuto, secondo della nostra esistenza, magari sbagliando, ma senza mai sprecare nulla. Questo film è un inno alla vita nella sua interezza e complessità, che affascina ma che allo stesso tempo preoccupa.

Tuttavia, tocca anche tutta una serie di altri aspetti, dalla politica al tradimento, dall’insegnamento ai rapporti con i figli e molto altro. È un film che ci lascia molte domande e poche risposte, ma forse una interessante ce la dà: di fronte a un bivio noi possiamo scegliere se andare a destra oppure a sinistra, non sembrano esserci altre strade, o vai da una parte o vai dall’altra; in realtà ce n’è una terza, quella non battuta, non sicura, non asfaltata. E la scelta spetta solo a noi!

Arrivederci Professore in una parola: Autentico.