Approfondimenti

23 novembre 2016

Aspettando il 23 dicembre, centenario della nascita di Dino Risi

di Giulia Sambo
Continua a leggere
Aspettando il 23 dicembre, centenario della nascita di Dino Risi

Il 2016 è l’anno di Dino Risi. Il celebre regista italiano scomparso a Roma nel giugno 2008 è stato, viene e verrà ricordato in modo particolare fino al prossimo 23 dicembre, giorno in cui si festeggerà il centenario della sua nascita. Milanese, con la sua arte ha contribuito a rendere grande il cinema italiano nel mondo. Nel 2002 ha ricevuto il Leone d’oro alla carriera alla Mostra del cinema di Venezia e nel 2004 l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce da Carlo Azeglio Ciampi.

Laureato in medicina, ha avuto modo di appassionarsi al cinema facendo da assistente a Mario Soldati sul set di Piccolo mondo antico (1940); i suoi primi lavori da regista sono stati due corti incentrati sugli anziani di un ospizio e sui barboni di Milano. Dopo una breve parentesi dedicata al mondo dei documentari, Risi ha diretto il suo primo lungometraggio Vacanze col gangster (1952). La sua prima commedia di costume, invece, è stata Il segno di Venere (1955). Una vita difficile con Alberto Sordi e Il sorpasso con Vittorio Gassman sono usciti rispettivamente nel 1961 e 1962. Ispirato dal grande Totò, uno dei suoi attori preferiti di sempre, ha poi portato sul grande schermo Operazione San Gennaro (1966). Con Gassman ha girato anche Il mattatore e Profumo di donna. Negli anni ’70 e ’80 ha approfondito le collaborazioni con i principali attori e attrici italiane del momento, lavorando anche a produzioni televisive.

sorpassorisiok

Risi si è spento nel suo appartamento della capitale che condivideva con la compagna Leontine Snell, la mattina del 7 giugno 2008. Dino se n’è andato lasciando un vuoto enorme, consumato da una malattia brutale e aggressiva che lo aveva portato a desiderare l’eutanasia. Un anno dopo la sua morte, a Trani è nato il Circolo del cinema Dino Risi di cui i figli Claudio e Marco sono presidenti onorari.

Omaggiando Risi. Dall’Italia all’America, Dino Risi viene riconosciuto all’unanimità come una grande eccellenza del nostro Paese. Oltreoceano la rassegna promossa da Istituto Luce Cinecittà Cinema Italian Style 2016, in scena a Los Angeles fino ad oggi mercoledì 23 novembre, ha scelto come immagine simbolo la coppia Gassman-Trintignant sulla decappottabile de Il sorpasso. A Foggia è in corso un festival cinematografico che omaggerà anche il grande maestro per il centenario della sua nascita, mentre alla scorsa Festa del cinema di Roma è stato proiettato in suo onore il documentario Dino Risi Forever. Si tratta di un corto di 45 minuti realizzato da Fabrizio Corallo, che contiene una video intervista esclusiva a Risi e numerosi interventi di professionisti e colleghi. La prossima data da cerchiare sul calendario è appunto il 23 dicembre, giorno in cui tutta Italia (e non solo) dedicherà un pensiero a lui, re della commedia nostrana.