Approfondimenti

13 settembre 2017

Barry Seal: Tom Cruise da domani al cinema

di Silvia Pegurri
Continua a leggere

Tom Cruise torna nelle sale il 14 settembre, pronto a darci una nuova scarica di adrenalina.

Ha abbandonato gli aerei di Top Gun (1986) per passare a quelli dediti al contrabbando e all’illegalità.
Interpreta infatti l’ormai celebre e quasi leggendario Barry Seal, pilota convertitosi in trafficante di droghe e armi negli anni ’80, poi collaboratore con la CIA e la DEA.

La pellicola, diretta da Doug Liman, racconta la sua storia, un sogno americano storpiato che non smette di affascinare. Droga, violenza, azione, in questo film sembra esserci tutto, condito da un grande cast. Oltre al famosissimo Cruise, tra gli attori troviamo la bellissima Sarah Wright, l’irlandese Donhall Gleeson (meglio conosciuto come Bill Weasley) e la talentuosa Jayma Mays, che dopo il successo nella serie televisiva Glee decide di dedicarsi nuovamente al grande schermo.

Il progetto promette bene, con un cast stellare e un budget stimato attorno agli 80 milioni di dollari. Tuttavia ancora prima di cominciare è stato colpito dalle disgrazie: un incidente aereo nel set in Colombia con alcune vittime. Carlos Berl e Alan Purwin, fondatore e presidente della Helinet Aviation, sono morti e il pilota americano Jimmy Lee Garland è stato ferito gravemente. Questo non ha fermato le riprese e neppure gli attori, ancora più determinati a creare un film indimenticabile.

Ma chi è veramente Barry Seal?
Nasce in Louisiana, e la sua passione per il volo cominciò a farsi sentire fin dall’adolescenza. Forse i soldi o forse il brivido del rischio, lo spinsero ad accettare la proposta del Cartello Medellìn, capitanato da Pablo Escobar, diventando così un contrabbandiere di droga e cominciando a guadagnare fino a 500mila dollari a volo. Il suo periodo di gloria non durò a lungo; venne arrestato e condannato a 10 anni di prigione.


Ovviamente la sua storia non terminò così. Come potrebbe un uomo come Seal arrendersi tanto facilmente?
Contattò la DEA (Drug Enforcement Administration) e iniziò a lavorare come informatore, contribuendo a mandare in galera molti trafficanti.

La sua vita non si interruppe neppure qui, ma per saperne di più avete un’unica opzione: andare al cinema il 14 settembre e vedere Barry Seal – Una storia americana.