Approfondimenti

21 dicembre 2016

Cinema e libri: i 5 migliori titoli usciti nel 2016

di Francesco Farsoni
Continua a leggere

Il 2016 è stato un anno ricco di film “da leggere”. Abbiamo potuto assistere a una feconda sinergia tra la celluloide e la letteratura. Sono molte, infatti, le pellicole apparse quest’anno nelle sale cinematografiche basate su libri di successo; un testo d’impatto, dei nostri giorni o del passato, che ha affascinato, conquistandoli, i lettori dei nostri giorni o quelli del recente passato.

Abbiamo pensato di proporvi una classifica, collocando su una sorta di podio virtuale quelli che riteniamo essere i migliori lavori cinematografici ispirati a opere letterarie comparsi sul grande schermo nel corso del 2016.

La ragazza del treno. Con la regia di Tate Taylor, il film s’ispira all’omonimo romanzo dell’autrice inglese Paula Hawkins che, con oltre tre milioni di copie vendute, è stato uno dei casi letterari di maggiore impatto degli anni recenti. Mantenendosi sufficientemente fedele all’opera della Hawkins, la pellicola narra le vicende di Rachel una giovane donna alcolizzata che non accetta la fine del suo matrimonio e che, dopo aver perso il lavoro, per sfuggire alla solitudine osserva le coppie e la vita attraverso la finestra del treno sul quale sale ogni mattina. Questo suo passatempo la condurrà a fare una scoperta sconvolgente. Un cast di tutto rispetto fra cui Emily Blunt (Il diavolo veste Prada, The Young Victoria) e Hailey Bennet (Hardcore, I magnifici 7) oltre ad una regia sapiente che regala intense emozioni con momenti di forte suspence miscelati ad una profonda introspezione, fanno dell’opera un film da non perdere e le consegnano la Palma d’oro in questa nostra ideale classifica.

Animali fantastici e dove trovarli. Diretto da David Yates, già regista della saga di Harry Potter, il film vede rinnovarsi la collaborazione tra il regista e l’autrice J.K. Rowling. A fornire il soggetto per la pellicola è, questa volta un altro lavoro della scrittrice che narra le vicende di Newt Scamander un “magizoologo” che arriva a New York per un Congresso di Magia portandosi dietro, chiusi in una valigia, diversi animali fantastici. Quando questi riescono a scappare si apre una disputa che rischia di minare i rapporti fra i maghi e gli abitanti di New York. La pellicola, assai godibile e divertente è, a buon diritto, uno dei grandi successi del 2016. Una regia sapiente e un cast d’eccezione, Eddie Redmayne (The Good Shepard- l’ombra del potere, The Danish Girl, I pilastri della terra), Katherine Waterson (The factory – Lotta contro il tempo, Almost in love) rendono il film godibile e divertente intriso di magiche atmosfere.

Ben Hur. Il regista kazako Timur Bekmambetov ha quest’anno portato sul grande schermo il remake del celeberrimo film del 1959. Come il colossal capolavoro di William Wyler, la pellicola di Bakmambetov si ispira alle vicende del principe giudeo Ben Hur, narrate nel libro dell’autore statunitense Lew Wallace. Privato dei propri beni e ridotto in schiavitù dal tribuno romano Messala, Ben Hur è assetato di vendetta e solo nell’incontro salvifico con il rabbi Gesù, troverà la pace. L’iniziativa di Bekmambetov è sicuramente coraggiosa e assolutamente apprezzabile. Pur impreziosita da un cast di notevole livello fra cui Toby Kebbell (Warcraft l’inizio, Prince of Persia), Jack Huston (American Hustle, Outlander) e regalando scene monumentali e momenti di grande suspence, la pellicola non si può dire all’altezza dell’originale tuttavia è sicuramente interessante. Per questa ragione le assegniamo il terzo gradino del nostro podio.

Fai bei sogni. Il film di Marco Bellocchio s’ispira alle vicende narrate nell’omonimo libro del giornalista Massimo Gramellini. Racconta di un uomo che cerca di scoprire la verità sulla morte della madre, fatto avvenuto quando lui non aveva che nove anni. Si tratta di una raffinata e delicatissima pellicola nella quale la ricerca della verità da parte di una persona chiamata a fare i conti con il proprio passato si scioglie in momenti emozionanti e commoventi di forte impatto. Molto buono il cast con Berenice Bejò (The Artist, Il destino di un cavaliere) e Valerio Mastrandrea (La prima cosa bella, Gli equilibristi). Un film da non perdere per le tematiche delicate e profonde che pone all’attenzione dello spettatore.

Il libro della giungla. Chiudiamo questa nostra speciale classica con il remake del capolavoro Disney. Uscito ad aprile per la regia di Jon Favreauil film è anch’esso basato sulle avventure del cucciolo di uomo Mowgli, narrate nel libro dello scrittore inglese Rudyard Kipling, Il libro della Giungla una pietra miliare della letteratura di ogni tempo. La pellicola regala scene mozzafiato ed è impreziosita da effetti speciali. Di buon livello il cast che si fregia della presenza di un grande come Ben Kingsley (Gandhi, Bugsy). Una pellicola da non perdere.