Approfondimenti

6 settembre 2018

Dark Crimes: Jim Carrey cerca di uscire dalla sua gabbia

di Marco Rizzini
Continua a leggere
Dark Crimes: Jim Carrey cerca di uscire dalla sua gabbia

Giovedì 6 settembre esce nelle sale italiane Dark Crimes, un thriller a tinte oscure ambientato in Polonia e con protagonista il grande Jim Carrey. “Thriller & Jim Carrey” assieme nella stessa frase suonano in maniera alquanto bizzarra, se ci fermiamo a riflettere.

Se penso a Jim Carrey, lo ammetto che emergono nella mia mente sottoforma di sketch demenziali i suoi esordi degli anni ’90. Ricordo Ace Ventura, The Mask e Scemo e più scemo, film che da giovincello mi hanno fatto impazzire dal ridere. Ricordo ghignando anche Me, myself and Irene, di cui alcune parti mi fanno ridere – bei tempi quando si poteva scherzare senza i fantasmi castranti e censori del politicamente corretto – anche a distanza di così tanti anni.

Se mi concentro un attimino metto per fortuna a fuoco anche un capolavoro assoluto come The Truman Show e perché no, ammetto le tante e troppe lacrime scese con Se mi lasci ti cancello. A proposito, come non scaldarsi tantissimo anche dopo quasi vent’anni con l’idiota che ha optato per una titolazione italiana così fuorviante? Uno dei migliori film sulla tragedia della fine di una storia d’amore intitolato come un filmetto da ridere.

Ecco, forse il nostro Jim paga proprio l’essere un attore formidabile ma incastrato, per il grande pubblico, solo in film divertenti o in commedie. Ruoli che lui riveste alla grande e in cui dà il meglio ma che non devono diventare una gabbia ed un recinto.

Jim sa fare di tutto e in Dark Crimes lo vedremo in una prospettiva diversa. Jim è Tadek, un ufficiale della polizia polacca, un poliziotto onesto che si troverà alle prese con un sottobosco di sesso e violenza, cogliendo degli strani parallelismi tra un omicidio reale ed uno letto in un romanzo famoso poco tempo addietro.

L’attore americano in queste inedite vesti sarà capace di salvare una pellicola di cui non si parla molto bene?
Lo spero per lui.