Approfondimenti

19 luglio 2017

Prima di domani VS È già ieri: due film a confronto

di Anna Martellato
Continua a leggere

Una ragazza (americana) e un arrogante giornalista (italiano) intrappolati in un loop spazio temporale, costretti a rivivere all’infinito lo stesso giorno. Due film e due mondi a confronto, stesso problema. Chi se la caverà meglio?

Il passato che ritorna, ogni giorno uguale. Una sveglia che suona e l’intera giornata che si ripete, identica, in ogni piccolo dettaglio. Una sfilza di dejà-vu, perché siamo costretti a rivivere sempre lo stesso giorno in un loop temporale.
È quello che succede a Samantha Kingston detta Sam (Zoey Deutch) che, nel film in uscita nelle sale il 19 luglio Prima di domani della Eagle Pictures, ha una vita perfetta, un ragazzo stupendo e tre amiche fantastiche. Tutto sembra andare per il verso giusto finché, dopo un incidente, Sam è costretta, per colpa di un loop temporale, a rivivere per sempre lo stesso giorno senza riuscire ad andare avanti.

Prima di Domani di Ry Russo-Young con Zoey Deutch, Halston Sage e Logan Miller è stato appena presentato in anteprima nazionale nel corso della 47esima edizione del prestigioso Giffoni Film Festival alla presenza della giovane protagonista Zoey Deutch, che interpreta l’eroina di questa pellicola dark teen tratta dall’omonimo best seller di Lauren Oliver.

“Una cosa che mi ha emozionato di questo film, che si svolge nella particolare età adolescenziale, è che è un momento della vita molto intenso e drammatico – ha spiegato Russo-Young – È un momento in cui le relazioni con i tuoi coetanei possono sembrare fatali, questioni di vita o di morte”.

Ma Zoey non è l’unica ad aver vissuto lo stesso giorno per un’infinità di volte. La ragazza deve prima fare conti con lui: Antonio Albanese.

L’attore italiano è stato il protagonista di una storia assurda (ma che tanto assurda forse non è, visto quanto accade a Zoey in Prima di domani), nel film È già ieri.
Interpreta Filippo Fontana, un arrogante giornalista televisivo specializzato in zoologia, arrivato per lavoro in una piccola isola delle Canarie il 13 agosto per realizzare un reportage su un raro stormo di cicogne, per il quale parte di malavoglia. Filippo Fontana si sveglia la mattina dopo e si accorge che tutto si ripete esattamente come il giorno appena trascorso. E continua a ripetersi, qualsiasi cosa faccia.

Il film è del 2003, diretto da Giulio Manfredonia, ed è a sua volta un remake della pellicola statunitense Ricomincio da capo (1993) con Bill Murray e Andie McDowell (caso raro, quello di un remake – riuscitissimo – italiano di un film straniero). All’inizio Filippo Fontana non la prende bene, è nervoso e impaziente ma poi capisce quanto possa essere bello vivere come se non ci fosse un domani. Proprio come la protagonista di Prima di domani, che non appena si rende conto che quello che continua a ripetersi sarà l’ultimo giorno della sua vita, allora si impegna pr farlo diventare il giorno migliore, il giorno perfetto.

Chi vincerà la sfida tra i due film? La giovane e bella Zoey Deutch o l’inarrestabile Antonio Albanese? Questo lo lasciamo decidere a voi.