Approfondimenti

15 marzo 2019

Escape Room: intrattenimento di tendenza anche al cinema

di Silvia Pegurri
Continua a leggere

Siete stanchi dei soliti weekend passati nel solito bar a bere i soliti drink? Le Escape Room sono la soluzione alla vostra noia.

Negli ultimi mesi hanno pian piano conquistato l’Italia, diventando una vera e propria moda, tanto da sbarcare anche sul grande schermo. Proprio a questo nuovo svago si ispira infatti Escape Room, di Adam Robitel. In questo thriller-horror gli enigmi proposti sono fatali e non così semplici da risolvere.

 

I protagonisti di questa storia sono sei: Zoe (Taylor Russell) una studentessa di scienze, Ben (Logan Miller) un giovane auto-distrittuvo, la soldatessa Amanda (Deborah Ann Woll), Jason (Jay Ellis) un carismatico ed egocentrico esponente del mondo della finanza, Mike (Tyler Labine) camionista della West Virginia, e infine Danny(Nik Dodani) giovane cyber-smanettone e grande appassionato di escape room.

Ma cosa sono le Escape Room e da cosa nascono?

Tutto è iniziato a Pechino, Shangai e Singapore nel 2010 grazie alla SCRAP (Kyoto Publishing Company) che creò le prime Escape Room, un successo immediato. Entro il 2012 avevano già organizzato più di 2300 sessioni con oltre 10mila partecipanti. Il passo successivo fu a San Francisco, dove in quello stesso anno si aprì la Real Escape Game, con circa 6mila visitatori solamente il primo anno. In Europa però il fenomeno ha tardato ad arrivare e il primato appartiene all’Ungheria grazie alla Budapest Parapark, il cui fondatore ha affermato di non essere a conoscenza dei celebri giochi giapponesi e di averla creata senza prendere spunti da altre iniziative, ma solo dalla sua esperienza come personal trainer.

La prima Escape Room italiana si può trovare a Torino, ma la più grande d’Europa è a Milano: il Maniac Palace. Alla fine del 2015 in tutto il mondo si contavano circa 3mila Escape Rooms, una vera e propria invasione di una moda da molti considerata passeggera, ma che sembra voler restare per molto tempo. Complice del suo successo sono sicuramente le varie ambientazioni, che rendono ogni Escape Room diversa e intrigante. Se una prigione vi sembra troppo banale potete inoltrarvi nei meandri più oscuri di monasteri abbandonati, manicomi infestati o laboratori di scienziati pazzi pronti a distruggere il mondo.

E voi? Cosa aspettate ad andare al cinema per questa nuova avventura?