Approfondimenti

5 giugno 2018

Festival CinemAmbiente: premiazioni nella Giornata Mondiale dell’Ambiente

di Anna Pertile
Continua a leggere

Il Festival CinemAmbiente torna nella sua 21esima edizione in quel di Torino. Iniziato il 31 maggio, chiuderà con le premiazioni nella Giornata Mondiale dell’Ambiente: oggi, 5 giugno.

La cinematografia ambientalista è in progressiva crescita e sta allargando sempre di più le proprie aree di interesse.
Pensiamo solo a tutte le pellicole degli ultimi anni che suggeriscono la necessità di un pianeta più verde, come Annientamento (2018), Le meraviglie del mare (2017), Downsizing (2017) o Finchè c’è prosecco c’è speranza (2017).
O a tutti gli attori che stanno sfruttando la propria celebrità per dare voce alla causa.

film iscritti al festival hanno superato i 3200, un nuovo record, e trattano temi differenti con particolare attenzione all’ambito dello sviluppo scientifico e tecnologico. Molto probabilmente la chiave per la tutela ambientale si nasconde proprio in qualche nuova invenzione o qualche innovativa strategia produttiva volta a modificare il nostro habitat attuale. Il protagonista nel poster dell’evento è infatti un cervello, metà anatomico e metà cibernetico, contornato da foglie di diversa specie.

Chiara Appendino, sindaca di Torino, ha twittato “Se l’impegno di ognuno di noi è di lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato, la rassegna di CinemAmbiente è un ottimo modo per capirne le ragioni e immaginare insieme il futuro che vorremmo per la nostra comunità”.

Tra le tematiche trattate da alcune pellicole ci sono anche possibili scenari di un prossimo futuro. Sotto la lente d’ingrandimento, o meglio della telecamera, ci sono anche informazione e comunicazione, aspetti fondamentali per far arrivare il messaggio ambientalista a chiunque sia all’ascolto. I collegamenti attuali trattati dai film selezionati sono anche a temi più ampi come salute, diritti dei cittadini, privacy e democrazia.

Il CinemAmbiente Junior è la novità di questa edizione, ovvero una sezione autonoma che vuole coinvolgere le generazioni più giovani ai temi ambientali. Molteplici sono state le iniziative dedicate a bambini e ragazzi, tra cui la proiezione di 17 titoli per le scuole. Per rendere la partecipazione più attiva ed entusiasta è stato attuato anche un concorso rivolto agli istituti scolastici: oltre 300 cortometraggi sono arrivati da tutta Italia. Con queste proposte vengono ripresi quindi gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 promossa dall’ONU.

Il festival è stato organizzato in collaborazione con il Museo Regionale di Scienze Naturali, ITCILO, Unep, Università di Torino, Legambiente, Museo A come Ambiente, Centro Studi Sereno Regis e tante altre realtà cittadine. Tra gli sponsor dell’evento ci sono anche la regione Piemonte e la città di Torino.

Se vi trovate in zona, le premiazioni avverranno stasera alle ore 20.30 presso il Cinema Massimo di Torino, ovviamente.