Approfondimenti

30 novembre 2016

Free State of Jones: il cinema e gli eroi ribelli

di Anna Martellato
Continua a leggere

Il 1 dicembre arriva al cinema Free State of Jones, l’incredibile storia vera di Newt Knight, il contadino del Sud degli States (interpretato dal magistrale Matthew McConaughey) che durante la Guerra Civile Americana si ribellò all’esercito confederato. Con l’aiuto di un gruppo di agricoltori e di schiavi, Knight guidò una rivolta che portò la Contea di Jones a separarsi dagli Stati della Confederazione. Dalle sue nozze con l’ex schiava Rachel nascerà la prima comunità di razza mista del dopoguerra.

Un film che ha ingredienti epici, con echi di alti valori come la giustizia, la libertà e l’uguaglianza, parole che siamo ormai abituati a sentire e a dire spesso, ma che non abbiamo nemmeno idea di quanto fossero pura utopia, all’epoca. Di eroi ribelli il mondo ha sempre bisogno, tanto più il cappio delle ingiustizie e delle tirannie si stringe attorno al collo dei popoli. Il cinema ha provato a raccontarli, guardando al passato, ma anche a un distopico (e speriamo irrealizzabile) futuro.

eroi2

Hunger Games. Ambientato in un’epoca futura a Panem (l’attuale America del Nord), Hunger Games è un film del 2012 diretto da Gary Ross con protagonista Jennifer Lawrence. Narra la vicenda di una ragazza e di un ragazzo scelti dal Campidoglio da ognuno dei dodici distretti periferici per competere nell’annuale Hunger Game, una lotta all’ultimo sangue trasmessa in televisione. Il film è incentrato su Katniss Everdeen – una ragazza di 16 anni preveniente dal Distretto 12 che, una volta scelta dal Campidoglio, subisce un intenso allenamento prima di essere spinta nell’arena a combattere per diventare il vincitore della 74esima edizione degli Hunger Games…

eroi3

V per Vendetta. Film del 2005 diretto da James McTeigue, è tratto dal romanzo grafico V for Vendetta scritto da Alan Moore e illustrato da David Lloyd, prodotto e adattato per il grande schermo dai fratelli Wachowski. La storia è ambientata in un Regno Unito futuristico e distopico, divenuto una società totalitaria e militarizzata, governata da un regime repressivo simile a quello del romanzo 1984 di George Orwell, guidato dall’Alto Cancelliere Adam Sutler. Vi si oppone un misterioso individuo, V, un rivoluzionario con il volto sempre coperto da una maschera di Guy Fawkes.

eroi4

Il patriota. Film del 2000 per la regia di Roland Emmerich con protagonista Mel Gibson, è ambientato nella Carolina del Sud nel fatidico anno 1776. Benjamin Martin, reduce dal conflitto tra i francesi e gli indiani, ha rinunciato per sempre alla guerra per dedicarsi alla sua famiglia. Ma c’è sentore di ribellione nell’aria. Un altro conflitto, questa volta con l’Inghilterra, appare inevitabile. Le accese discussioni, gli opuscoli ed i bollettini che nascono nelle chiese e nelle città e si diffondono rapidamente convincono invece Gabriel, il figlio maggiore. La guerra s’avvicina e la causa per cui ci si prepara a combattere è giusta. Incurante del padre, Gabriel si unisce ai combattenti.

eroi5

Revolution. Film del 1985 diretto da Hugh Hudson e con Al Pacino, si svolge sempre nel momento clou della Rivoluzione Americana. Siamo nel 1776 a New York, dove viene abbattuta la statua di Giorgio III d’Inghilterra. I coloni nordamericani, gente immigrata da molti Paesi europei, stremati dall’esoso fiscalismo inglese e dalla sprezzante arroganza degli ufficiali di Sua Maestà, si rivoltano contro le odiate Giubbe Rosse, aiutati in questo anche da una parte delle tribù indiane. Sono i primi fermenti della rivoluzione: accesa nel focolaio di Boston, porterà George Washington, con l’ausilio del francese La Fayette, alla gloria e l’America sulle nuove frontiere dell’indipendenza, della democrazia e della libertà.

eroi6

Glory – Uomini di gloria. America, 1863. Le sorti della guerra civile fra gli Stati del Nord e quelli del Sud sono incerte. Al valente capitano Robert Gould Shaw, un bostoniano di famiglia borghese, viene dato l’incarico di addestrare e comandare, con il grado di colonnello, il 54esimo Reggimento Volontari di fanteria del Massachussetts, la prima unità combattente formata da uomini di colore un tempo schiavi. Disprezzati e scherniti all’inizio, privi non solo di fucili ma perfino di scarpe e dell’agognata uniforme blu, questi uomini vengono trasformati in validi e coraggiosi soldati, addestrati a combattere per la libertà e per l’avvenire dei propri figli. L’eccezionale impresa di questi soldati contribuì a far passare sotto le bandiere dell’Unione 180.000 uomini di colore, chiamati a battersi insieme agli altri e per tutti nel nome dell’America.

eroi7

L’ultimo dei Mohicani. Il film, del 1992 diretto da Michael Mann, è famoso per la sua colonna sonora, che gli valse il premio come miglior colonna sonora ai Golden Globes e l’Oscar al miglior sonoro. Il film è ambientato nell’America a metà del diciottesimo secolo, durante la guerra fra inglesi e francesi. Un guerriero mohicano, Chingachgook, combatte coi suoi figli Uncas e Occhio di falco, un bianco orfano di genitori inglesi cresciuto nella tribù, al fianco degli inglesi. Violenza, amore, alti sentimenti, senso della fine di una civiltà si alternano a cruente scene di guerra, corse nelle foreste e grandi dichiarazioni di saggezza indiana.

eroi8

Braveheart – Cuore impavido. Secondo alcuni questo film sulla figura di William Wallace, interpretato da Mel Gibson, ha avuto un ruolo chiave nel risveglio della coscienza nazionale scozzese, che ha portato al referendum sulla devoluzione dell’11 settembre 1997 (74,3% sì) e alla conseguente ricostituzione del parlamento scozzese, nel 1998. Sul finire del tredicesimo secolo, sul trono di Scozia siede l’usurpatore Edoardo I Plantageneto, re d’Inghilterra. William Wallace è un uomo colto, ma legato alle tradizioni rurali della terra natia a cui è stata uccisa la moglie; suscita una rivolta che estromette gli inglesi dal territorio dopo averli sconfitti a Stirling. Con la sua armata, formata da volontari provenienti da tutta la Scozia, Wallace conquista York.

eroi9

Schlinder’s List. Cracovia, 1939. L’industriale tedesco Oskar Schindler, bella presenza e temperamento avventuroso, manovrando i vertici nazisti tenta di rilevare un fabbrica per produrre pignatte e marmitte. Già reclusi nel ghetto di Podgorze, ed impossibilitati a commerciare, alcuni ebrei vengono convinti da Schindler a fornire il denaro per rilevare l’edificio: li ripagherà impiegandoli nella fabbrica, sottraendoli al campo di lavoro comandato dal sadico criminale tedesco Amon Goeth. Scatenatosi lo sterminio, decide di attivare una fabbrica di granate nella natia Brinnlitz. Con l’aiuto dell’inseparabile ebreo Itzhak Stern, il contabile ebreo, compila una lista di 1100 persone ebree perché vengano a lui affidate come operai, strappandole alla morte. Per sette mesi la fabbrica produce appositamente granate difettose, finché l’armistizio non trova l’industriale senza denaro. I suoi operai gli donano un anello d’oro con su incisa una frase del Talmud: “Chiunque salva una vita salva il mondo intero“.

eroi10

Il Gladiatore. Sconfitti i barbari in Germania, nel 180 d.C., il vittorioso generale romano Massimo viene designato da Marco Aurelio, ormai vecchio, deluso e stanco, quale suo successore. Ma il figlio dell’imperatore, Commodo, uccide il genitore e ordina di eliminare Massimo per non avere rivali nella successione al soglio imperiale. Massimo diventa così il bersaglio di una spietata caccia all’uomo che porta allo sterminio di tutta la sua famiglia.

eroi11

Robin Hood – Il principe dei ladri. Con Kevin Costner e Morgan Freeman questa pellicola del 1991 si ispira al leggendario Robin Hood, che viveva nella foresta di Sherwood, che con arco e frecce rubava ai ricchi per dare ai poveri. Ritornato in Gran Bretagna con il nero saraceno Azeem, dopo una sfortunata crociata contro gli infedeli, il nobile Robin di Locksley scopre che il Paese, in assenza di re Riccardo, è costretto a subire le angherie dei Normanni, tra i quali si distingue per ferocia il perfido e superstizioso sceriffo di Nottingham. Dopo aver incontrato Lady Marian, cugina del re e sua amica d’infanzia, per manifestarle la sua intenzione di difendere gli oppressi, trasferitosi nella foresta di Sherwood e assunto il nome di Robin Hood, addestra alla guerriglia una comunità di derelitti per combattere i Normanni e fare giustizia.

eroi12