Approfondimenti

17 novembre 2018

Harry Potter e Animali fantastici come Star Wars?

di Marco Rizzini
Continua a leggere

Animali fantastici – I crimini di Grindelwald è il secondo episodio dello spin-off della saga del maghetto più famoso – e redditizio – della storia.
Harry Potter è il vero money maker della letteratura e oltre ad aver arricchito la sua creatrice – e almeno una decina di generazioni a venire – ha creato un vero e proprio pianeta narrativo.

Merchandising e parchi a tema, libri venduti in milioni di copie e tradotti in tutte le lingue. E, come per la saga di Star Wars, anche qui non si butta via niente. Il parallelismo con la saga di Guerre Stellari è quello che più reputo azzeccato, con la creazione sistemica di serie a cartoni animati e film con narrazioni parallele o con le avventure di personaggi nuovi o non protagonisti.

Ecco, amo scrivere di Harry Potter e similari perché non avendone mai visto un episodio, oltre a non averne mai letto un romanzo, riesco a parlare di questo fenomeno assurdo senza farmi prendere dall’emozione o senza farmi fregare dal ricordo dei bei tempi andati.

Di Harry Potter, mi interessa veramente poco. Scherzo, la palese verità è che rosico per esser così “indietro”. Tipo quelli che non avevano mai visto una puntata di Lost nel 2015 e poi sono stati costretti a riguardarsi tutte le stagioni in una settimana. Perdendo lavoro, affetti e senno. Sono convinto andrà così anche per me, quando troverò abbastanza tempo da dedicare a questa saga magica che tutti amano. E che sono quasi convinto piacerà anche a me.

La trama la copio dalla nota stampa, che nemmeno voglio fingere di saper di che sto parlando.

Nel tentativo di contrastare i piani di Grindelwald, Albus Silente recluta il suo ex studente Newt Scamander, che accetterà di aiutarlo, inconsapevole dei pericoli che si troveranno ad affrontare.

Il regista è ancora una volta David Yates, regista già di altri mille film della saga e anche del primo spin-off. Cavallo vincente non si cambia e direi che hanno proprio ragione.