Approfondimenti

14 febbraio 2017

L’amore secondo il cinema: 10 film non solo per coppie

di Giulia Sambo
Continua a leggere

San Valentino e il cinema. Per aiutarvi a festeggiare (o a sopravvivere a) la giornata degli innamorati, non potevamo non consigliarvi una serie di film che celebrano l’amore in tutte le sue forme.

Oggi il protagonista assoluto è e deve essere il sentimento, che sia romantico o all’opposto trasgressivo, scioccante. Esistono infatti tante tipologie di amore, quante sono le coppie coinvolte. E la maggior parte delle volte le storie vissute non sono a lieto fine.

Questa sera organizzate qualcosa di diverso per stupire la vostra dolce metà – e non solo, magari il vostro amico o amica del cuore – mettetevi comodi sul divano e gustatevi questa maratona “da Oscar”. Scoprirete dieci tipologie d’amore, vedrete dieci pellicole che meritano davvero.

Tradizionale: Via col vento (1939). Forse il film più famoso della storia del cinema, è diretto da Victor Fleming e vede la partecipazione di Vivien Leigh e Clark Gable. In questo lavoro si sposano alla perfezione le idee di cinema e amore – vissuto dalla protagonista Rossella O’Hara in modo totalizzante e scenografico. Da vedere ancora oggi, nonostante siano passati quasi 80 anni dall’uscita.

Divertente: Harry ti presento Sally (1989). L’amicizia tra uomo e donna esiste, ok. Ma qualche volta può diventare qualcosa di più: in questa pellicola Billy Crystal (Harry) e Meg Ryan (Sally) si incontrano e si scontrano per circa dieci anni, ma ad un certo punto qualcosa cambia per sempre il loro rapporto. Da vedere anche solo per la celebre scena dell’orgasmo femminile simulato da lei.

Eccitante: I ponti di Madison County (1995). Impeccabile e per la sua performance poi nominata agli Oscar, Meryl Streep è diretta e recita accanto ad un altro big di Hollywood, Clint Eastwood. Lei è una casalinga devota che grazie all’amore ritrova la voglia di vivere, lui un uomo misterioso dalla personalità sfuggente. I due condividono una passionale esperienza clandestina, resa talvolta ancora più inafferrabile dai meravigliosi paesaggi agresti dell’Iowa.

Struggente: Titanic (1997). Il colossal di James Cameron, con Leonardo DiCaprio e Kate Winslet, non stanca mai. Non importa se l’avete già visto centinaia di volte. Ci ha insegnato che in certi casi solo la morte può spezzare l’incantesimo, la naturale sintonia tra due persone, il desiderio di invecchiare insieme. Il film racconta un amore potente, destinato purtroppo a perdersi per sempre negli abissi dell’oceano.

Imprevedibile: Il favoloso mondo di Amélie (2001). Secondo il regista Jean-Pierre Jeunet l’amore arriva quando meno ce lo aspettiamo. La freccia di cupido ci colpisce quando siamo intenti a fare altro. È quello che succede alla dolce Amélie (Audrey Tautou), intenta a portare a termine una missione: fare felici gli altri. Ma all’improvviso ecco che un colpo di fulmine scompiglia la sua vita: spronata da un amico, capisce che è arrivato il momento di rendere felice se stessa.

Coraggioso: I segreti di Brokeback Mountain (2005). Capolavoro firmato da Ang Lee, con Jake Gyllenhaal e il purtroppo scomparso Heath Ledger, nel 2006 si è aggiudicato tre premi Oscar su otto nomination. Ha portato sul grande schermo l’amore omosessuale sconfinato tra i cowboy Jack ed Ennis, intrappolati nelle proprie esistenze standard e impossibilitati a dichiarare al mondo il desiderio di stare insieme. Da vedere perché interessante punto di vista sull’amore ostacolato dagli stereotipi sociali.

Eterno: P.S. I love you (2007). Gerard Butler e Hilary Swank sono fatti l’uno per l’altra in questa pellicola drammatica-sentimentale diretta da Richard LaGravenese, tratta dal romanzo di Cecelia Ahern. Impossibile non commuoversi guardando le immagini: l’amore in questo caso riesce a prendersi gioco della morte e del destino, ingegnandosi al meglio per mantenere vivo il sentimento nel tempo, nonostante uno dei due non ci sia più. Da vedere perché la trama non scade in banalità, anzi.

Alternativo: (500) giorni insieme (2009). È tra i film più apprezzati degli ultimi anni, soprattutto da chi ama il cinema realistico e senza troppi fronzoli. In questa storia d’amore che non sboccia mai i protagonisti, Tom e Sole – interpretati rispettivamente da Joseph Gordon-Levitt e Zooey Deschanel – si invertono i ruoli. Lui sogna una relazione idilliaca, lei resta con i piedi per terra custodendo gelosamente la sua libertà all’interno della coppia. Da vedere perché… la vita in qualche modo va sempre avanti.

Profondo: The Danish Girl (2015). Storia delicata, estremamente toccante di Tom Hooper. Con la sua performance la bellissima Alicia Vikander si è guadagnata l’Oscar come attrice non protagonista, accanto all’immenso Eddie Redmayne. Il film racconta l’amore puro tra una donna e il marito artista, il quale asseconda l’impulso interiore di cambiare sesso. La forza del loro sentimento non cambia dopo la difficile operazione, rivelando tutto ciò di cui l’amore vero è capace.

Da sogno: La La Land (2016). Con il suo ultimo lavoro il regista Damien Chazelle sta vincendo praticamente tutto. Grande successo di critica fin dalla prima a Venezia 73, la pellicola sarà la punta di diamante ai prossimi Oscar. Emma Stone e Ryan Gosling portano sulla scena un amore luccicante, che danza leggero nella realtà, seguendo il ritmo dei sogni. Che si realizzino o meno, l’importante è aver sognato e aver condiviso anche solo parte del cammino – ecco perché è da vedere.