Approfondimenti

13 ottobre 2017

L’uomo di neve: libro o film?

di Francesco Farsoni
Continua a leggere

Il 12 ottobre è uscito nella sale cinematografiche L’uomo di neve. Il thriller è l’ultima fatica di Thomas Alfredson (La talpa, Lasciami entrare), mentre la pellicola è interpretata da Micheal Fassbender (Jane Eyre, Shame) e Charlotte Gainsbourg (L’arte del sonno, 21 grammi- il peso dell’anima) ed è distribuita da Universal Pictures.

Basato sul libro dello scrittore norvegese Jo Nesbo, il thriller ci trasporta nella capitale del Paese scandinavo, ad Oslo. Al cadere della prima neve, strani fenomeni cominciano a manifestarsi: alcune donne spariscono senza lasciare traccia e strani esseri, nelle vestigia di pupazzi di neve, compaiono a pattugliare le vie della città.

Il detective Harry Hole porta alla luce diversi collegamenti tra le sparizioni e alcuni vecchi casi irrisolti. Tutte le tracce portano a ritenere che ad agire, oggi come allora, sia un serial killer. Coadiuvato da una giovane assistente, Hole si pone sulla pista dello spietato assassino.

Il nostro consiglio? Non perdete questo film. La presenza di un cast di indiscusso prestigio, una trama accattivante e una regia affermata promettono una pellicola di sicuro godimento.

E se potete, leggete il libro: L’uomo di neve è parte della fortunatissima serie di romanzi che fa perno attorno alla figura di Harry Hole, il detective creato dalla straordinaria penna di Jo Nesbo. Sembra opportuno, a questo punto, conoscere un po’ meglio questo autore la cui penna ci ha regalato e ci regala opere di grande impatto.

Nato ad Oslo il 29 marzo 1960, Jo Nesbo dimostra una personalità eclettica e versatile coltivando, prima di consacrarsi al giornalismo free-lance e alla scrittura, numerosi interessi fra i quali la musica, il cinema, la Borsa, dove ha lavorato come Broker, e persino il calcio militando nel Molde.

Il suo primo romanzo giallo Flaggermussmannen – Il pipistrello ha avuto un ottimo successo in Norvegia e ha vinto il Glass key Award come miglior romanzo poliziesco norvegese nel 1998. Nutrita è la sua bibliografia che annovera le fortunate serie di Harry Hole e del Dottor Prottor, ma notevole è il successo di Nesbo anche come cantante: vari gli album pubblicati con la band dei Di Derre, del 2001 invece il suo primo album da solista Karusellmusik.