Approfondimenti

14 settembre 2018

Nicolas Cage: il Superman che non meritiamo, ma di cui abbiamo bisogno

di Silvia Pegurri
Continua a leggere
Nicolas Cage: il Superman che non meritiamo, ma di cui abbiamo bisogno

L’annuncio (non ancora confermato) dell’addio di Henry Cavill all’Universo DC nei panni di Superman si è presto diffuso in rete. I fan, come prevedibile, non si sono fatti attendere nelle loro reazioni. I candidati sono molti, ma uno spicca fra tutti. Un grande attore, produttore cinematografico e meme vivente Nicolas Cage.

Cage già in passato era arrivato molto vicino a interpretare il kryptoniano, ma il film non andò in porto. Si parla di Superman Lives, un cinecomic di Tim Burton degli anni ’90 che però non ha mai visto la luce.

La prima sceneggiatura della pellicola, ormai entrata tra le leggende di Hollywood nonostante non sia mai stata prodotta, fu scritta da Gregory Poirier. Fu poi riscritta quasi da zero da Kevin Smith, che puntava a creare un progetto molto più grande ma meno fedele ai fumetti: The Death of Superman. I tempi però non erano ancora maturi per un film dal titolo così dark, quindi si decise di cambiarlo in Superman Lives, nome molto più rassicurante.

Come abbiamo già detto la fedeltà ai fumetti non sembrava essere una priorità per Smith, come testimonia il costume che da blu diventò nero e il fatto che Superman non potesse volare (o saltare, a seconda dei fumetti). Troviamo anche un gigantesco ragno come villain principale, mentre Brainiac avrebbe dovuto combattere orsi polari affiancato dal robot L-Ron. Il villain Lex Luthor, invece, sarebbe stato affiancato da un cane spaziale.

Questo progetto sarebbe dovuto essere prodotto da Robert Rodriguez, che però rifiutò. Si scelse quindi di affidarlo a Tim Burton, già esperto di cinecomic, che però aveva delle rimostranze. Decise quindi di modificare nuovamente la trama insieme a Wesley Strick. Brainiac e Lex Luthor in questa sceneggiatura non sono più entità separate, bensì la stessa persona: Lexiac.

La Warner Bros. aveva però i suoi dubbi, principalmente legati al budget. Alla fine il progetto non è mai riuscito a decollare, anche se Nicolas Cage, che era stato prescelto come Superman, non ha smesso di sperarci fino agli anni 2000, quando è definitivamente naufragato. Era un progetto che evidentemente gli stava molto a cuore, come dimostra il nome che ha dato al figlio: Kal-El (nome kryptoniano di Superman).

A riguardo è stato creato anche un documentario, The death of “Superman Lives” – What Happened?, che cerca di ricostruire l’ascesa e la caduta di questo ambizioso e bizzarro progetto.

Visti i recenti avvenimenti era quasi prevedibile che questa storia tornasse a galla, un po’ meno che i fan pretendessero un ritorno di Cage nell’iconico ruolo.