Approfondimenti

8 agosto 2017

Stelle cadenti, i desideri che al cinema sono diventati realtà

di Anna Martellato
Continua a leggere

Il 10 agosto di ogni anno migliaia di occhi all’insù cercano stelle cadenti, affidando alla scia incandescente che attraversa il cielo la loro sorte, i loro sogni, i loro desideri. È un rito, una preghiera, una speranza in più per tutti coloro che desiderano che qualcosa si avveri.

Può essere un progetto, un’ambizione, un amore, una vita insieme. “Fa che accada”, si dice pieni di speranza. E, anche se sappiamo che il fenomeno celeste non potrà mai realizzare i nostri sogni, un po’ ci crediamo, a questa notte magica. Come se sperare ardentemente ci facesse in qualche modo bene, come se accendere la speranza insieme alla scia della stella cadente aiutasse, almeno un po’, a realizzare ciò a cui ambiamo. “I sogni son desideri“, diceva qualcuno. E chissà che questa notte non ne porti a compimento qualcuno davvero. Aguzzate la vista, puntate gli occhi al firmamento e che i vostri desideri possano realizzarsi. Un po’ come è capitato a loro…

Cenerentola (1950). Come abbiamo detto, i sogni son desideri. Ed eccola lì, Cenerentola. Ve la ricordate, sognante, con la scopa in mano, mentre rimirava dalla finestra del tetro castello in cui era costretta ad abitare/lavorare dalla matrigna e da quelle due racchie di sorellastre Anastasia e Genoveffa? Eh già. La sua “stella cadente” si chiama fata Smemorina, e in un bidibibodibibù l’ha trasformata in una meravigliosa dama, pronta per il gran ballo.

Ted. Il desiderio di avere un amico del cuore in lui è talmente grande che, una notte, il suo sogno magicamente si avvera. E non può essere più magia di questa, per lui, John Bennett, un bambino di 8 anni che si sente molto solo ed escluso dai suoi coetanei e che per Natale riceve dai genitori un orsacchiotto di peluche, esprimendo il desiderio che questo prenda vita e stia sempre con lui. La notte della vigilia il suo desiderio è stato esaudito. Ed è arrivato Ted. Ted chi? Ma fateci il piacere, se non lo conoscete cliccate play.

Da grande. Film del 1987 con Renato Pozzetto, la pellicola racconta di Marco, un bambino di otto anni trascurato che proprio nel giorno del suo compleanno si prende una strigliata dalla madre, litiga con l’antipatica sorella Silvia (se la faccia di quest’ultima vi risulta famigliare, ve lo diciamo noi chi è: Ilary Blasi), inoltre è preso in giro dai bulletti in classe, la torta non era quella che si aspettava e il regalo nemmeno. Disperato, Marco corre in camera in lacrime ed esprime un desiderio: diventare grande. E, magia, dopo un’improvvisa luce si trova nel corpo di un quarantenne… Stesso copione anche per il film Big, con Tom Hanks, uscito l’anno seguente, nel 1988. Attenzione a cosa desiderate, stanotte!

Tutto accadde un venerdì. Storico film Disney del 1976 con una piccola Jodie Foster nei panni della figlia Annabel e Barbara Harris in quelli della mamma Ellen: madre e figlia vivono il loro rapporto in maniera conflittuale. Tra loro non c’è dialogo e si rimproverano a vicenda di non capirsi. Quando si augurano di scambiarsi i ruoli, per capire cosa vuol dire, il loro desiderio è prontamente esaudito la mattina di un venerdì, ritrovandosi l’una nei panni dell’altra. Basato sul romanzo di Mary Rodgers, il film ha avuto due remake: un film tv nel 1995, e un nuovo film cinematografico nel 2003, Quel pazzo venerdì con Jamie Lee Curtis e Lindsay Lohan. Ecco il trailer di quest’ultimo!

30 anni in 1 secondo. Commedia classica e rivisitata (vedi Da Grande e Big sopraccitati) ma carina e in versione femminile, quella del 2004 che vede protagonista Jenna (Christa B. Allen/Jennifer Garner) che sta per compiere 13 anni. Ed è in crisi: i suoi genitori la soffocano, le ragazze più ammirate della scuola la ignorano e il ragazzo di cui è innamorata non si ricorda neanche il suo nome. Per fortuna c’è Matt, il suo migliore amico, che la aiuta e la conforta quando tutto sembra andare storto. Decisa a conquistarsi un po’ di popolarità, Jenna organizza una festa per il suo compleanno, ma ancora una volta le cose si mettono male e il party si tramuta in un completo disastro lasciando la ragazza sola e umiliata rinchiusa in uno sgabuzzino… A questo punto Jenna non ne può più ed esprime un desiderio: diventare adulta e vivere la vita a modo suo. Per miracolo il sogno si avvera e ora è una splendida donna di 30 anni con una fantastica carriera, stimata e ammirata da tutti. Le cose non potrebbero andare meglio, se non fosse che nel passaggio si è persa Matt…