Approfondimenti

16 dicembre 2016

Steven Spielberg compie 70 anni. Ma con GGG ne ha ancora 20

di Anna Martellato
Continua a leggere

Indiana Jones, E.T. l’extra-terrestre, Lo squalo, Lincoln. Dietro di loro c’è lui, sempre lui. Il geniale Steven Spielberg. Visionario, cineasta tra i più importanti dei nostri tempi, vincitore di quattro premi Oscar, mente idealista che imprime sulla pellicola sogni, mondi fantastici, oppure mondi reali, spietati e crudeli, come la seconda guerra mondiale o la guerra e basta (da Schindler’s List a Salvate il soldato Ryan).

Steven Spielberg compie oggi 70 anni. E noi, anche se è il suo compleanno, aspettiamo il suo nuovo regalo per noi: un nuovo film, Il GGG – Il Grande Gigante Gentile, in uscita il 30 dicembre con Medusa Film.

Incredibile la sua ascesa nel mondo dello spettacolo, una fulgida carriera che quasi potrebbe essere un film a sé. Nato a Cincinnati (Ohio) il 18 dicembre del 1946, fin da piccolo Steven ha dovuto convivere con l’odio dei genitori per la televisione. Come se non bastasse, sembra che gli impedissero anche di andare al cinema. E allora con una piccola cinepresa super 8, ha iniziato a sognare Hollywood girando per conto proprio i film che non può vedere. Dal western alla fantascienza, dalla favola alla guerra, all’avventura: nessun mondo è sconosciuto a Steven Spielberg.

Dai film “artigiani” senza pretese ai grandi successi, la sua esistenza è costellata da titoli che sono rimasti nella Storia. Anzi, hanno fatto la Storia. Dal sogno alla realtà, per lui il passo è breve. Hollywood non l’ha più immaginata come faceva da bambino: l’ha conquistata, letteralmente. Appena ha potuto si è spostato da Cincinnati a Los Angeles e, anche se non ha mai superato i test per l’ammissione alla University of Southern California, ha fatto un incontro che gli cambierà la vita: quello con George Lucas. E anche se prima di conoscere il successo è dovuto entrare furtivamente negli Studios senza farsi troppo notare, non importa (gironzolava tutto il giorno, tanto che lo pensavano un impiegato e lo lasciavano entrare senza chiedergli nulla).

Il suo primo cortometraggio a essere notato è stato Amblin, che ha vinto i due premi di Venice e Atlanta. Poi è arrivato Duel, il suo primo film a tutti gli effetti che è stato anche il suo trampolino di lancio. Solo in seguito sono arrivati archeologi, dinosauri, extraterrestri, squali e intelligenze artificiali.

Steven Spielberg a 70 anni non ha ancora finito di farci innamorare del suo cinema. Il 30 dicembre uscirà Il GGG – Il Grande Gigante Gentile, una sua personale rilettura del classico di Roald Dahl uscito nel 1982, distribuito da Leone Group. “Con Il GGG – Il Grande Gigante Gentile finalmente sono tornato a esprimermi senza obbedire alle leggi di gravità e realtà con tutta la libertà d’immaginazione e d’amore che ho – ha detto Steven Spielberg alla vigilia del suo compleanno – Alla fine mi sono sentito nuovo, un giovane regista“.

Buon compleanno Steven.