Approfondimenti

6 luglio 2017

Giornata mondiale del bacio: i 10 migliori baci del cinema

di Anna Martellato
Continua a leggere

Il battito cardiaco aumenta, il desiderio si accende, la respirazione si fa più veloce. Baciare, oltre ad essere molto piacevole, è una vera e propria terapia. Secondo gli esperti, il bacio ha effetti positivi sul corpo e sulla mente: combatte il mal di testa, rinforza il sistema immunitario e migliora l’umore. Quando si bacia si producono diversi ormoni che stimolano il nostro cervello aumentando la sensazione di benessere, come per esempio l’ossitocina, la serotonina, la dopamina. Senza contare che equivale pure ad una seduta di yoga, in quanto si dice che baciare induca lo stesso rilassamento dato della meditazione.

Oggi si celebra la giornata mondiale del bacio. Potevamo noi non festeggiarla a modo nostro, regalandovi le scene dei 10 migliori baci nel cinema?

Casablanca di Michael Cutiz (1942)
Indimenticabile e struggente è il bacio tra Ingrid Bergman e Humphrey Bogart. Lui, Rick, gestisce il Blue Parrot, locale a Casablanca. Lei, Ilsa, ripiomba nella sua vita dopo una breve ma intensa storia d’amore a Parigi. In mezzo, la guerra. Sopra ogni cosa, le note di As time goes by, cantante da Dooley Wilson. Come dire, cos’altro volete di più?

Cleopatra di Joseph L. Mankiewicz (1963)
Un mito sopra ogni altro. Una pellicola che accese davvero la passione tra i due attori anche fuori dalle luci del set. Il film Cleopatra, interpretato da una delle coppie più pazzesche mai viste sul grande schermo (e non) di tutti i tempi, Elizabeth Taylor e Richard Burton, fu qualcosa di incredibile. Fu con quel bacio, sul set di Cleopatra, che i due si innamorarono (poi si sposarono, divorziarono e si risposarono. Per ri-divorziare nemmeno un anno dopo). Semplicemente divi.

Pretty Woman di Garry Marshall (1990)
Mai baciare i clienti sulle labbra. Uno dei primi insegnamenti della sua amica collega Kit. “Sono una puttana, ma non bacio sulle labbra”, dice Vivian (una Julia Roberts al massimo del suo splendore) al milionario cliente Edward (Richard Gere). E invece…

Ho cercato il tuo nome di Scott Hicks (2012)
Tenente gli occhi bene aperti perché d’estate questo film lo danno sempre in tv. Utile per alzare decisamente la temperatura: aspettare la scena del bacio. Logan Thibault (Zac Efron) è un sergente dei Marines che, di ritorno dalla sua terza missione in Iraq congedato con onore, decide di mettersi alla ricerca dell’unica cosa che crede gli abbia consentito di restare in vita: una foto da lui trovata che ritrae una donna a lui sconosciuta. Si reca ad Hamden, in Louisiana, nel luogo in cui la foto è stata scattata. Sarà il via di una storia drammatica e passionale con la bella Beth (Taylor Schilling).

Cinquanta sfumature di grigio di Sam Taylor-Johnson (2015)
Di effetti speciali in questo film ne vediamo parecchi. Però il bacio in ascensore tra l’ingenua Anastasia (Dakota Johnson) e l’esperto (per usare un eufemismo) Mr Grey (Jamie Dornan), ce lo ricordiamo ancora.

Colazione da Tiffany di Blake Edwards (1961)
In un altro mito del passato che non si può semplicemente dimenticare, Colazione da Tiffany e soprattutto Audrey Hepburn sono diventate delle vere e proprie icone. Di eleganza e di fascino. Indimenticabile il bacio sotto la pioggia che lei, Holly, dà a lui, Paul (George Peppard). Aprendo finalmente il suo cuore e uscendo da quella gabbia che si era costruita. Un classicone da vedere e rivedere e rivedere…

I segreti di Brokeback Mountain di Ang Lee (2005)
Ha sdoganato l’omosessualità nel cinema: nominato a otto premi Oscar (se ne aggiudicò 3) nel 2006, I Segreti di Brokeback Mountain resta nella storia, oltre che per la delicatezza con cui ha affrontato la tematica riguardante l’amore omosessuale in un ambiente e un tempo poco favorevoli (le zone rurali e montuose del Wyomin caratterizzate dalla mentalità agricola e conservatrice degli anni ’60), anche per il bacio tra i due protagonisti. Con Heath Ledger e Jake Gyllenhaal.

Titanic di James Cameron (1997)
Film “titanico” in tutto e per tutto, dalle candidature (14) agli Oscar vinti (11). Sesto posto nella classifica dei migliori film epici di tutti i tempi, Titanic conta uno dei baci più sconvolgenti della storia. Quello a prua tra Jack (un giovanissimo Leonardo DiCaprio) e Rose (Kate Winslet). Se non l’avete visto andate a nascondervi.

Ghost di Jerry Zucker (1990)
E non possiamo dimenticare l’altra dimensione, in questa carrellata dedicata ai baci nei film. Quella di Ghost, in cui Patrick Swayze bacia lei, Demi Moore. Al di là del tempo e dello spazio, e anche della morte, che è solo un momento di passaggio, qualcosa resta. E quel qualcosa rimane forte tanto quanto l’amore che abbiamo avuto in vita. Ghost docet.

Le pagine della nostra vita di Nick Cassavetes (2004)
Chiudiamo la sfilata di baci con quello del film Le pagine della nostra vita con Ryan Gosling e Rachel McAdams. Vero, dolcissimo, appassionato. Perché se un giorno quando saremo vecchi, dovessimo iniziare a dimenticare chi siamo, come accade alla protagonista di questo film affetta da Alzheimer, ci sarà qualcosa che non potremmo dimenticare. Saranno le cose belle, appassionate, dolci come i baci che abbiamo dato – e ricevuto – nelle pagine della nostra vita.