News

20 febbraio 2017

Berlinale 2017, tutti i vincitori

di Redazione
Continua a leggere

Il 19 febbraio si è conclusa la 67esima edizione della Berlinale, il Festival internazionale del cinema di Berlino. E’ stata l’insolita storia d’amore ambientata in un mattatoio di Budapest, On Body and Soul della regista ungherese Ildikó Enyedi, a conquistare l’Orso d’oro come miglior film, mentre l’Orso d’argento per la miglior regia è andato al finlandese Aki Kaurismäki grazie al suo The Other Side of Hope, il film che riflette sui migranti raccontando l’incontro tra un commesso viaggiatore finlandese e un rifugiato siriano in cerca di asilo a Helsinki. Kaurismäki, deluso da questo premio che è solo il quarto in ordine di importanza, non è nemmeno salito sul palco per ritirare la statuetta. Se l’è invece infilata in tasca per poi riutilizzarla come finto microfono per dei finiti ringraziamenti.

Gran Premio della Giuria per Félicité di Alain Gomis: il regista francese d’origine africana ha portato sullo schermo la difficile storia di una ragazza madre congolese che cerca di guadagnarsi da vivere attraverso il canto. Pokot (Spoor) della polacca Agnieszka Holland si è accaparrato invece il Premio Alfred Bauer per l’innovazione.

Questi i quattro premi più importanti, e di questi quattro solo uno, The Other Side of Hope, ha una distribuzione italiana. Arriverà nelle nostre sale il prossimo 6 aprile.

Ecco la lista completa dei vincitori:

Orso d’oro per il miglior film
On body and Soul di Ildikó Enyedi

Orso d’argento Gran Premio della Giuria
Félicité di Alain Gomis

Premio Alfred Bauer per l’innovazione
Pokot (Spoor) di Agnieszka Holland

Orso d’argento per la miglior regia
The Other Side of Hope di Aki Kaurismaki

Orso d’argento per la migliore attrice
On The Beach At Night Alone di Kim Min-hee

Orso d’argento per il miglior attore
Helle Nachte (Bright Nights) di Georg Friedrich

Orso d’argento per la miglior sceneggiatura
Una mujer fantastica (A Fantastic Woman) di Sebastian Lelio e Gonzalo Maza

Orso d’argento per il miglior contributo tecnico
Dana Bunescu per il montaggio di Ana, mon amour

Premio per la migliore opera prima
Summer 1993 di Carla Simon

Premio per il miglior documentario
Istiyad Ashbah (Ghost Hunting) di Raed Antoni

Panorama – Premio del Pubblico, fiction
Insyriated di Philippe Van Leeuw, Belgio/Francia/Libano
Karera ga Honki de Amu toki wa (Close-Knit) di Naoko Ogigami, Giappone
3 1945 di Ferenc Török, Ungheria

Panorama – Premio del Pubblico, documentari
I am not your Negro di Raoul Peck, Francia/USA/Belgio/Svizzera
Chavela, di Catherine Gund, Daresha Kyi, USA
3 Istiyad Ashbah (Ghost Hunting), di Raed Andoni, Francia/Palestina/Svizzera/Qatar