News

26 marzo 2019

David di Donatello 2019: nomitation e ospiti della serata

di Gaia Giuffredi
Continua a leggere

“Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello
64ª EDIZIONE DEI PREMI DAVID DI DONATELLO
Mercoledì 27 marzo la cerimonia in diretta su Rai 1 condotta da Carlo Conti
A Tim Burton il Premio alla Carriera, consegnato da Roberto Benigni
Dario Argento e Francesca Lo Schiavo ricevono il David Speciale
Alfonso Cuarón ritira il David al Miglior film straniero per Roma
Andrea Bocelli interpreta Nelle Tue Mani e duetta con il figlio Matteo in Fall On Me
Sul palco, tanti protagonisti del cinema italiano: fra gli altri, Stefano Accorsi, Stefania Sandrelli, Raoul Bova, Isabella Ferrari, Enrico Brignano, Serena Rossi”

Questo il comunicato stampa ufficiale che annuncia l’edizione di quest’anno dei David di Donatello che, come si può leggere, sarà la numero 64 e sarà condotta da Carlo Conti. Per i più appassionati, sarà visibile su Rai1 in diretta da Roma La regia sarà di Maurizio Pagnussat e la scenografia di Riccardo Bocchini.

Considerato l’Oscar italiano, il premio David di Donatello è assegnato dall’Ente David di Donatello dell’Accademia del Cinema Italiano. Il nome deriva, come per gli Academy d’Oltreoceano, dalla statuetta che viene consegnata ai chi viene premiato. Raffigurante la celebre scultura di Donatello, ha una base in malachite quadrata con una targa d’oro su cui viene incisa la categoria nella quale si è risultati vincitori.

Piccola curiosità a proposito: lo sapevate che nel 1956 Gina Lollobrigida vinse per La donna più bella del mondo e che poi la sua statuetta è stata venduta all’asta da Sotheby nel 2013?

Per quest’anno, invece, è stato istituito un premio nuovo, il David dello spettatore, che verrà assegnato al film che ha totalizzato il maggior numero di presenze di spettatori – e non il maggiore incassoentro la fine di febbraio.

Come si legge nel comunicato stampa, alla serata è stato invitato anche Tim Burton e a lui andrà il David alla CarrieraDavid for Cinematic Excellence 2019. A premiarlo sarà Roberto Benigni.

Anche Dario Argento sarà protagonista della kermesse per ricevere il David Speciale, che verrà anche consegnato a Francesca Lo Schiavo, già premio Oscar. A queste due eccellenze italiane il merito di aver diffuso e aver fatto apprezzare il cinema italiano nel mondo.

Tra i grandi nomi ospiti anche quello di Alfonso Cuarón, nella capitale per la sua Roma, che ha vinto il David per il Miglior film straniero.

Veniamo però ora ai film in concorso.

Tra i favoriti ci sono Capri Revolution di Martone, Chiamami col tuo nome di Guadagnino e Loro di Sorrentino.

Anche se le 15 nomination per Dogman di Garrone sono difficili da battere, almeno sulla carta.

In totale, le giurie hanno dovuto esaminare 138 film italiani di lungometraggio di finzione usciti nel 2018, 134 film italiani di lungometraggio di finzione iscritti al David di Donatello 2019, 13 registe donne per 13 film, 7 registe esordienti donne, 116 documentari, 326 cortometraggi e queste è stato il risultato.

Ecco dunque l’elenco delle categorie e delle nomination:

Miglior Film

Chiamami col tuo nome
Dogman 
Euforia
Lazzaro felice
Sulla mia pelle

Miglior Regia

Capri-Revolution di Matteo Martone
Chiamami col tuo nome di Luca Gadagnino
Dogman di Matteo Garrone
Euforia di Valeria Golino
Lazzaro felice di Alice Rohrwacher

Miglior Film Straniero

Bohemian Rhapsody 
Cold War
Il filo nascosto
Roma
Tre manifesti a Ebbing, Missouri 

Miglior Produttore 

Chiamami col tuo nome
Dogman 
La terra dell’abbastanza
Lazzaro felice
Sulla mia pelle

Miglior Attore Protagonista

Dogman – Marcello Fonte
Euforia – Riccardo Scamarcio
Fabrizio De Andrè – Principe LiberoLuca Marinelli
Loro – Toni Servillo
Sulla mia pelle – Alessandro Borghi

Miglior Attrice Protagonista

Capri – Revolution – Marianna Fontana
Il vizio della speranza – Pina Turco
Loro – Elena Sofia Ricci
Troppa grazia – Alba Rohrwacher
Un giorno all’improvviso – Anna Foglietta

Infine verrà assegnato il David Giovani. La giuria nazionale di questo premio si compone di tremila studenti degli ultimi due anni delle scuole secondarie di II grado che, dopo aver visionato trenta film e aver votato esclusivamente per via telematica, decreteranno il proprio preferito.