News

13 dicembre 2016

Fuocoammare è miglior documentario agli Efa 2016

di Redazione
Continua a leggere

Fuocoammare di Gianfranco Rosi ha trionfato alla 29esima edizione degli European Film Awards: il film italiano già Orso d’Oro alla scorsa Berlinale ha ottenuto il riconoscimento di miglior documentario, brillando durante la cerimonia di premiazione che si è tenuta a Wroclaw, in Polonia.

Rosi, selezionato anche nella shortlist ufficiale degli Academy Awards, ha detto commosso: “È stato un lungo viaggio da Berlino a qui”. Poi ha aggiunto: “Abbiamo costruito un mondo pieno di muri, violenza e intolleranza in cui non vengono riconosciuti i diritti umani. È passato tempo, ma questi migranti continuano a venire dal mare a chiedere il nostro aiuto. Questo premio vuole abbattere queste barriere tra noi e loro. E questo con un’Europa che non fa il suo dovere”.

Fuocoammare è stato l’unico italiano a vincere agli Efa 2016: ha soffiato il premio a S is for Stanley di Alex Infascelli; la torinese Valeria Bruni Tedeschi (La pazza gioia) invece – in lizza per il titolo di miglior attrice europea – ha ceduto alla rivale tedesca Sandra Huller (Vi presento Toni Erdmann).

È stata proprio la commedia amara diretta da Maren Ade ad aggiudicarsi il titolo di miglior film europeo – portandosi a casa anche altri quattro premi importanti (cinque riconoscimenti su cinque candidature). Vi presento Toni Erdmann, che uscirà nelle sale italiane il 23 febbraio e racconterà il rapporto tra un padre clown e una figlia depressa, ha vinto come miglior film, miglior regia, miglior attore (Peter Simonischek), miglior attrice e miglior sceneggiatura.

Infine il corto animato con la tecnica stop motion La mia vita da zucchina di Claude Barras è stato eletto miglior film d’animazione, A man called love di Hannes Holm miglior commedia.