News

31 agosto 2018

Tarantino trova il suo Charles Manson

di Redazione
Continua a leggere

Tarantino è solito sorprendere il pubblico non solo grazie alle sue storie, ma anche attraverso un cast stellare. Con la sua nuova pellicola, Once Upon a Time in Hollywood, non sarà diverso. Sul grande schermo troveremo la coppia formata da Leonardo DiCaprio e Brad Pitt, che interpreteranno un attore televisivo di successo e la sua controfigura. Nel cast troviamo anche Margot Robbie nei panni di Sharon Tate, brutalmente uccisa da Charles Manson all’ottavo mese di gravidanza. Ora abbiamo anche il volto di Roman Polanski: l’attore polacco Rafal Zawierucha interpreterà il regista e marito di Tate.

A chi andrà l’onere di riportare in vita il famigerato Manson? Tarantino ha scelto l’australiano Damon Herriman per il compito, conosciuto per la serie tv Justified.

Al cast si aggiungono anche Rumer Willis, figlia di Bruce Willis, e Margaret Qualley, nei ruoli rispettivamente di Joanna Pettet e Kitty Kat. Ricordiamo anche gli altri grandi nomi presenti oltre a Robbie, DiCaprio e Pitt: Al Pacino, Emile Hirsch, Dakota Fanning, Tim Roth, Timothy Olyphant, Damian Lewis, Zoe Bell, James Marsden, Kurt Russel, Luke Perry, Julia Butters, Spencer Garrett, Maurice Compte, Mike Moh, Lew Temple, Michael Madsen, Scoot McNairy, Clifton Collins Jr. e Nicholas Hammond.

Charles Milles Manson, per chi fosse vissuto sotto una pietra negli ultimi cinquant’anni, è il famoso leader di un culto americano chiamato la Famiglia. A renderlo famoso sono però stati gli eccidi di Cielo Drive, in cui membri della sua setta uccisero l’attrice Sharon Tate, e quello dei coniugi LaBianca. La Famiglia contava circa una cinquantina di adepti, la maggior parte giovani con problemi familiari o sociali, che insieme formarono una vera e propria setta. Vedevano in Manson una guida spirituale, la reincarnazione di Gesù e Satana nello stesso corpo. Differivano però dalle comuni hippy dell’epoca a causa del loro forte razzismo, che li spinse verso la convinzione che presto sarebbe scoppiata una guerra interraziale tra bianchi e neri.

Proprio lo scoppio di una guerra interraziale fu uno dei motivi che spinsero Manson a commissionare gli omicidi commessi dalla Famiglia. Sulle pareti delle case delle vittime vennero ritrovate scritte, fatte con il loro stesso sangue, che insultavano la polizia. Le parole piggies (maiali in inglese) e Helter Skelter (caos, disordine) sono entrambe canzoni dei Beatles, di cui Manson era fan. Proprio da quest’ultima canzone Manson ha dichiarato di aver preso spunto per gli omicidi, che però molti ipotizzano fosse solamente un modo per diventare famoso, o per vendicarsi di chi, a differenza sua, era riuscito ad arrivare al successo.

Il film uscirà nelle sale americane il 26 luglio 2019, e Tarantino ha specificato che si tratterà di un film su Manson come Bastardi Senza Gloria è stato un film su Hitler.