News

14 novembre 2017

Novità sul prossimo film di Quentin Tarantino

di Redazione
Continua a leggere

Non è Charles Manson, è 1969”.

Così ci mette in guardia Quentin Tarantino, secondo IndieWire, parlando del suo futuro nono film. La dichiarazione è stata fatta dal regista a un brunch dopo la proiezione de L’inganno (2017) di Sofia Coppola all’Estrella on Sunset.

Dopo la sfilza di scandali e di accuse di molestie sessuali mosse a Harvey Weinstein, produttore che ha accompagnato Tarantino fin dal suo primo Le Iene (1992), il regista sta cercando un nuovo supporto per la nuova pellicola sulle stragi della famiglia Manson.

La scorsa settimana Tarantino ha avuto una serie di incontri, organizzato da WME, con le maggiori case di distribuzione mondiali. Il suo progetto, la cui fase di scrittura è finita circa cinque mesi fa, avrà trovato una nuova dimora? Su quali basi verrà presa questa decisione?
“Non lo so”, risponde con cautela Quentin.

Sicuramente le riprese non inizieranno prima di gennaio, volendo tenere del tempo per se e probabilmente per la cantante israeliana Daniella Pick, sua promessa sposa.

Sembra che il cast comprenderebbe Margot Robbie (collaborando per la prima volta col maestro del pulp), Brad Pitt, Leonardo DiCaprio e l’immancabile Samuel L. Jackson.