News

15 dicembre 2016

Roger Rabbit giudicato patrimonio nazionale americano

di Redazione
Continua a leggere

Chi ha incastrato Roger Rabbit, film cult del 1988 diretto dal grande Robert Zemeckis (Ritorno al futuro, Forrest Gump) è stato ufficialmente inserito nel registro dei film nazionali americani, accanto a capolavori come Breakfast Club di John Hughes e La storia fantastica di Rob Reiner.

Lo ha riportato l’Ansa, in seguito all’annuncio della Library of Congress di New York. La pellicola, famosa per la riuscita combinazione di attori in carne ed ossa e personaggi animati, sarà dunque custodita in Virginia e preservata per la sua importanza culturale e artistica; grazie alla sua avvincente trama noir ambientata nella California degli anni ’40, Chi ha incastrato Roger Rabbit si è ritagliato un posto importante nell’immaginario collettivo – oggi riconosciuto pubblicamente.

Dopo il successo in termini di pubblico e critica, il regista aveva lasciato intendere la possibilità dell’arrivo di un sequel: qualche settimana fa ha però espresso i suoi dubbi sulla fattibilità della cosa, nonostante l’esistenza di uno script “magnifico” fosse ormai certa. Mai dire mai…

Tra i nuovi film inseriti nel registro della Library of Congress anche:

Gli Uccelli di Alfred Hitchcock (1963)
La valle dell’Eden di Elia Kazan (1955)
Il Re Leone di Robert Minkoff & Roger Allers (1994)
Rushmore di Wes Anderson (1998)
Thelma & Louise di Ridley Scott (1991)