Amore, cucina e cinema

3 giugno 2019

Magic in The Moonlight e la torta di fragole

di Anna Martellato
Continua a leggere

Avete presente quei momenti magici e meravigliosi, che succedono solo quando non li programmi? E che ti riescono talmente bene che sembrano uscire da un film, come per esempio Magic in The Moonlight?

È quello che è successo lo scorso 15 maggio. Due calici, una bottiglia superba e la torta più delicata e buona del mondo. E tante, tante fragole.

L’occasione era speciale: il passaggio della 1000 Miglia a Verona, più precisamente al Parco Giardino Sigurtà a Valeggio sul Mincio, un posto straordinario dove fiori e alberi secolari crescono curati con amore dai giardinieri, facendo sfoggio di sé e della loro soave bellezza. È un posto magico, il Parco, che abbinato alla straordinarietà dell’evento che vede macchine d’epoca gareggiare smaglianti su strada, rende l’occasione ghiotta.

Anche perché ho preparato una torta buonissima alle fragole, prendendo spunto dalla ricetta della mitica Enrica Panariello, nel suo blog Chiara Passion.

Giusta per la stagione, con le fragole.
Giusta per l’occasione, perché poi con lo champagne ci sta particolarmente bene. E perché con macchine così cos’altro vuoi bere? In un posto bello così cos’altro potresti mai gustare? Ci vuole aplomb in casi come questo, suvvia.

Rifatevi gli occhi allora, preparate le vostre papille e gettatevi a capofitto in questa atmosfera incantevole e naif, perfetta per la commedia romantica Magic in the Moonlight.
Diretto da Woody Allen, con protagonisti Emma Stone e Colin Firth, il film è ambientato in Costa Azzurra.

Lì, l’illusionista cinese Wei Ling Soo è il più celebrato mago della sua epoca, ma pochi sanno che il suo costume cela l’identità di Stanley Crawford, uno scorbutico ed arrogante inglese con un’altissima opinione di sé stesso ed un’avversione per i finti medium che dichiarano di essere in grado di realizzare magie. Si reca in missione nella residenza della famiglia Catledge, in Costa Azzurra deciso a smascherare la giovane ed affascinante chiaroveggente Sophie Baker, che risiede lì insieme a sua madre. Ma, con sua grande sorpresa e disagio, Sophie si esibisce in diversi esercizi di lettura della mente che sfuggono a qualunque comprensione razionale e che lasciano Stanley sbigottito…

Ecco la ricetta della torta alle fragole, modificata secondo i miei gusti…

Ingredienti
85 grammi di burro morbido
120 grammi di zucchero (più 2 cucchiai per copertura)
1 uovo grande
125 millilitri di latte
180 grammi di farina 0
1 cucchiaino e mezzo di lievito per dolci
1 pizzico di sale
300 grammi di fragole fresche

Preparazione
Lavorate a crema il burro morbido con lo zucchero con delle fruste e incorporate l’uovo, il latte a filo e continuate a mescolare. L’impasto tenderà a “stracciarsi” ma è normale, proseguite.
Aggiungete un pizzico di sale, la farina setacciata con il lievito e amalgamate bene. Versate l’impasto in uno stampo da 20-22 cm precedentemente imburrato e infarinato. Livellate la superficie con una spatola e spargete sopra l’impasto le fragole tagliate a fette, cospargendo sopra 2 cucchiai di zucchero. È il momento di infornare: forno preriscaldato, mi raccomando, funzione statico. Si cuoce a 180° per 10 minuti, poi abbassate a 170° e continuate la cottura per circa 50 minuti. La superficie deve essere dorata!