Amore, cucina e cinema

14 febbraio 2019

San Valentino sulle note di lampone e La La Land

di Anna Martellato
Continua a leggere
San Valentino sulle note di lampone e La La Land

Ci sono tanti film d’amore da inserire nella lista da vedere a San Valentino, ma questo è sicuramente tra i primi e ha suscitato il mio entusiasmo. Per due ragioni.

Primo, è un film che parla d’amore (perfetto per chi si ama), ma anche dell’amore che sarebbe stato se, che è un tema di cui nessuno parla mai – o preferisce non parlare, ma che tutti noi abbiamo conosciuto.

Secondo: è stato il film d’apertura del Festival di Venezia 2016, ha vinto sette Golden Globes e sei premi Oscar. Serve altro?

La La Land, film di Daniel Chazelle con Emma Stone e Ryan Gosling, racconta di un musicista jazz e un’aspirante attrice che si innamorano mentre sono entrambi impegnati a inseguire le proprie ambizioni e i propri sogni, ma le cose cambiano non appena cominciano a raggiungere il successo.

Questa torta mi ha ricordato le suggestioni del film; sarà per la sua bellezza, sarà per il colore acceso dei lamponi, oppure sarà che è passato (quasi) due anni da quegli Oscar che hanno incoronato un film straordinario.

Quando ho finito di decorarla l’ho guardata bene e ho pensato: “sì, è lei la ricetta perfetta per San Valentino. L’aspetto di questa torta è naked: trovo favolose le naked cake, ovvero le torte nude.

La base è quella di una sponge cake: spugnosa, saporita, umida. In una parola: piena. La farcitura è con la ricotta al posto del mascarpone (per alleggerire le calorie) e panna montata (ho detto “alleggerire” non eliminare). Infine ci sono i lamponi, danno un tocco acidulo che non ti aspetti e bilanciano la dolcezza della farcitura.

Per fare questa torta, ho trovato validissima la ricetta di Chiara Passion, una delle mie eroine in cucina, che se non la seguite su Instagram vedete di rimediare subito, perché le sue ricette sono geniali e wow, come dice lei.
Per la farcia una crema sempre scovata nel sito di Chiara Passion. Potete consultare le due ricette direttamente sul suo sito, oppure rifarvi qui, ma vi informo che io le ho riadattate leggermente ai miei gusti.

Ingredienti per la base
225 grammi di farina 0 (oppure 00, io la uso meno raffinata e bio per scelta)
225 grammi di zucchero
225 grammi di burro
4 uova
1 bustina di lievito vanigliato per dolci
5 cucchiai di latte o più, se è l’impasto risulta troppo duro

Ingredienti per la crema alla ricotta
300 grammi di ricotta fresca
120 grammi di latte condensato
250 grammi di panna fresca liquida da montare

Ingredienti per la farcitura
Confettura ai lamponi
Lamponi (2 vaschette)

Ingrediente segreto
L’amore dovrebbe essere come questa torta: invitante agli occhi e che ti colpisce dritto al cuore al primo assaggio.

Preparazione

Lavorate con le fruste il burro ammorbidito assieme allo zucchero e le uova. Poi incorporate la farina e il lievito setacciati e rendete vellutato con il latte.
Imburrate e infarinate una teglia (meglio se con cerniera) e mettete in forno per 40 minuti. Fate la prova dello stecchino.
Una volta pronto lasciate raffreddare e poi quando è completamente freddo tagliate orizzontalmente la torta. Se riuscite a fare tre dischi siete bravissimi, altrimenti ve la caverete benissimo anche con due, come ho fatto io.

Per la crema, l’importante è che tutti gli ingredienti siano freddi da frigo. Montate la panna e tenetela da parte. Con le fruste mescolate la ricotta e aggiungete a mano a mano il latte condensato, mescolandolo fino a ottenere una crema densa e omogenea. Incorporate la panna con movimenti dal basso verso l’alto ed è pronta. Mettete la crema in una sac à poche e utilizzate una bocchetta per Saint Honoré oppure tonda.

Ora divertiamoci a farcire. Stendete uno strato sottilissimo di confettura ai lamponi e poi fate dei ciuffi su tutta la superficie con la crema. ponete il secondo disco e fate la stessa cosa. Terminate con l’ultimo disco, stavolta senza la confettura ma decorando con i ciuffi di crema. Disponete sopra i lamponi. Con la crema rimasta, se lo desiderate, aiutatevi con una spatola a spalmare senza coprire perfettamente l’esterno della sponge cake, solo accennando una lieve copertura… Ed eccola naked, nuda.
Lasciate in frigo qualche ora a riposare e servite con amore.