Dalla carta alla pellicola

5 ottobre 2017

Dalla carta alla pellicola: Blade Runner 2049

di Francesco Farsoni
Continua a leggere

Oggi esce al cinema Blade Runner 2049.
Denis Villeneuve (ri)porta sul grande schermo il nuovo capitolo di una delle più fortunate saghe di Hollywood, basata sul romanzo di Philip K. Dick. Diversamente dal primo capitolo del 1982 con la regia di Ridley Scott, Blade Runner 2049 non si basa sul romanzo. Si ispira invece alle strisce a fumetti della Marvel Comics.

La pellicola supererà le aspettative della carta? O viceversa?

Così il fumetto…
Come accennato in precedenza, la fortunata saga cinematografica è basata sul ciclo di strisce a fumetti nato dall’estro e dalla fantasia dello scrittore di fantascienza Philip Dick e della sublime penna di autori e disegnatori come Archie Goodwin, Al Williamson, Carlos Garzon, Dan Green e Ralph Reese.
Il loro apporto ha dato vita e corpo ai personaggi di Dick poi trasferitisi sul grande schermo. Grazie a loro la Marvel ha potuto creare questa serie che ha lasciata un impronta indelebile nel cuore degli appassionati del genere con le sue trame ricche di azione, le sue ambientazioni dark in una atmosfera a tinte forti e assai accattivante.

…così il film
Giovedì 5 ottobre esce nella sale Blade Runner 2049 per la regia di Denis Villeneuve (Prisoner, Enemy) e distribuito da Warner Bros.
Il film segue le vicende dell’agente K della polizia di Los Angeles. Questi scopre un segreto rimasto nell’ombra per trent’anni che se rivelato potrebbe spezzare i fragili equilibri sui quali si fondano i principi che reggono i resti di una società devastata. L’indagine lo condurrà a cercare di rintracciare Rick Deckard, ex componente della squadra dei Blade Runner della polizia. Riusciranno i due a salvare la città?
Trent’anni dopo il primo film, ecco tornare sulla scena le atmosfere che hanno reso celebre la prima pellicola con nuove sfide che, ne siamo certi, regaleranno al pubblico nuova suspence.
A rendere imperdibile la pellicola oltre ad una regia di sicuro pregio è la presenza di un cast che non ha bisogno di presentazioni. I soli nomi di Harrison Ford e Ryan Gosling sono assoluta garanzia di un grande successo di pubblico e al botteghino.