Oroscopo

1 febbraio 2017

Benvenuto Acquario! Quello che le stelle dicono di voi (e di Ferzan Ozpetek)

di Luigi Stocchi
Continua a leggere
Benvenuto Acquario! Quello che le stelle dicono di voi (e di Ferzan Ozpetek)

Cinema e stelle… questa volta da guardare all’insù. Cosa riservano gli astri ai nostri registi e attori preferiti?

Questo mese è il turno di un geniale, e indiscutibilmente estroverso regista: Ferzan Ozpetek, nato a Istanbul (Turchia) il 3 febbraio 1959 alle 13.19, Acquario ascendente Gemelli, con la Luna in Sagittario. Il suo tema astrale è caratterizzato da un elemento “Aria” particolarmente stimolato: incoraggia positivamente le sue risorse intellettuali e intuitive comuni sia al segno dell’Acquario (segno natale) che a quello dei Gemelli (segno ascendente).

Carica attrattiva. È notevole quella di Ozpetek, guidata da un’innata socievolezza che non sembra per nulla diminuire la spiccata individualità tipica del segno natale. Nella vita privata questi aspetti insinuano uno stato d’inquietudine che può trasmettersi nel comportamento esteriore conferendo un certo nervosismo e un assoluto bisogno di libertà.

Genitori, contrasti e soluzioni. L’opposizione Sole-Urano spiega i contrasti di Ferzan Ozpetek con il padre, soprattutto per quanto riguarda gli studi, iniziati negli Stati Uniti, ma conclusi in Italia grazie all’appoggio della madre. Nel 1976 decide, infatti, di trasferirsi a Roma per studiare Storia del cinema alla Sapienza e seguire corsi di Storia dell’Arte e del Costume all’Accademia Navona, senza tralasciare le lezioni di regia all’Accademia nazionale d’arte drammatica Silvio D’Amico.

The sound of Istanbul. Suggestiva la Luna sagittariana: Ozpetek è nato a Istanbul, in una famiglia borghese apparentata per via materna con due pascià. Gli stimoli intellettuali e quelli emozionali si legano e si sostituiscono a vicenda. Può esserci un notevole entusiasmo, con i sentimenti che tendono sempre all’universalità, alla sintesi, a una visione globale piuttosto che unitaria; rivoluzionaria, ma non troppo. La conseguenza di tutto ciò è uno sviluppato senso umano e civico, una tendenza a osservare eventi e persone da un’angolazione personalissima. Le faccende sociali come le religioni possono attirarlo molto.

Born romantic. La sua vita sentimentale, con Venere collocata nel segno dei Pesci, sembra essere tenera, dolce, romantica, ricca di meraviglia e di sensazioni. Uno smacco per la parte acquariana, troppo idealista e poco propensa a stabilire rapporti profondi e importanti!

Venere di fronte. A proposito di Venere: esaltata nei Pesci e collocata allo Zenit, spiega a chiare lettere l’indiscusso talento artistico e letterario di Ozpetek. È infatti regista, scrittore, aiuto regista e sceneggiatore (Il bagno turco, Le fate ignoranti, La finestra di fronte, Mine vaganti, e molti altri).

Il futuro. Il 2017, per Ozpetek, è un anno ricco di promesse e animato dalla precisa volontà di mantenerle tutte. I progetti lavorativi si moltiplicheranno con tutti gli sforzi per attuarli. Lo assicura Giove (pianeta del denaro e della Fortuna) in aspetto trigono, e per di più nel quinto Campo (quello del tempo libero, dello spettacolo). Un filo sottotono la sfera privata e famigliare a causa del transito di Saturno sulla Luna natale.

Curiosi di conoscere il vostro oroscopo? Leggete le previsioni di Luigi Stocchi.